Presentazione di Leonardo Montecchi, editor della Sezione Dipendenze

Share this
5 dicembre, 2012 - 19:04

Manifesto Conferenza di genova

La conferenza che si terrà a Genova dal 28 al 30 novembre 2000, avrebbe dovuto avere al centro la verifica della scelta della precedente conferenza di Napoli. In quella conferenza si fece timidamente la scelta della " riduzione del danno". Si intende per riduzione del danno una serie di interventi pragmatici che accettano l’esistenza della tossicodipendenza come un fatto e cercano di diminuirne gli effetti negativi su vari ambiti a partire dal livello individuale.

Tuttavia i vari interventi,previsti da questa strategia non sono stati attuati coerentemente, c’è stata una opposizione di alcune comunità terapeutiche ancorate alle posizioni che avevano ispirato la legge proibizionista del 1990 ed anche alcuni settori di opinione pubblica non sono stati informati sui risultati di una strategia pragmatica di approccio al problema delle tossicodipendenze.

La conferenza dunque sembra essere impostata sulla rimozione di questo problema, la spaccatura fra la richiesta di repressione, punizione ed invio coatto nelle Comunità terapeutiche e la richiesta di maggiore libertà di intervento fino alla liberalizzazione della canapa indiana e la sperimentazione della eroina controllata in centri terapeutici. Questi aspetti non sono consideratI. Si farà finta che non ci siano. Tutto questo non potrà che provocare contestazioni all’interno della conferenza e fuori.

Pol-it darà coerentemente conto di tutte le posizioni privilegiando i risultati piuttosto che i principi. Ci interessa documentare le evidenze scientifiche prodotte da lavori nel campo.

Cercheremo di tracciare una linea fra evidenze e ricerche frutto dal lavoro clinico e posizioni di principio legate a dogmi religiosi o a demagogia politica.

La tossicodipendenza è un problema troppo serio per lasciarla manipolare da politici alla ricerca di voti.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 1325