Commento ad Arte fenomenologica

Share this
12 ottobre, 2012 - 14:58

Si dice che "un albero che cade fa' piu' rumore di una foresta che cresce".

Pertanto colui che lavora con il suo ingegno per far evolvere la coscienza umana vive nella quiete silente di una foresta che mormora il suo frusciar di foglie, cercendo di evitare che altri finiscano con il tagliare tutto il bosco per rendere evidente la loro limitata esistenza.

La vita pero' non morira' fintanto che in un mondo di immagini e di informazione altisonante e invasiva, qualcuno come Sandro Gronchi elebora con grande capacita' di riflessione ed intelligente modestia, progetti di educazione visiva pregnanti di stimoli per l'intuizione percettiva, capaci di far apprendere, a chi sinceramente ascolta il messaggio, nuove dimensioni spazio/temporali creative del' immaginario dell' uomo.

E' per tale ragione che mi sento di condividere con Sandro Gronchi il progetto del Laboratorio di Ricerca Arte Visiva, impegnandomi nella collaborazione connettiva per la creativita' dello sviluppo cognitivo delle giovani generazioni.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 635