05. L'inesistenza del rapporto sessuale

Share this


Il solo oggetto feticistico per una donna � il fallo, mentre gli uomini moltiplicano la serie degli oggetti-feticci sul fondamento dell�assenza del fallo nel corpo della donna. Spesso la donna tratta il fallo come feticcio, come parte del corpo preziosa, speciale, mentre il desiderio maschile � catturato da una variet� estrema degli oggetti-feticcio prelevati dal corpo dell�Altro (piedi, seni, occhi, scarpe, gambe, orecchini...). Il fallo dell�uomo genererebbe la castrazione nella donna perch� non � solo quello che vuole. Una donna non vuole solo il fallo dall�uomo. Quello che un uomo pu� dare per� � solo il fallo. In questo senso il fatto di ricevere solo il fallo genera la castrazione nella donna, cio� la sua delusione che consiste nel fatto che il fallo � un organo del godimento e non un segno d�amore. Il che d�altronde non significa che certe donne non riescano a trasformare il fallo in un oggetto d�amore! Nondimeno cՏ un�eterogeneit� strutturale tra il fallo e il segno d�amore come Lacan ribadir� insistentemente nel corso del Seminario XX. Il fallo non � un segno d�amore. CՏ dunque una delusione reciproca che Lacan teorizza a pag. 27 del Seminario XVIII come assenza dellatto sessuale che diventer� nel Seminario XX inesistenza del rapporto sessuale.
CՏ dunque una delusione reciproca nei sessi: sul lato dell�uomo se la donna � il fallo non posso goderne perch� mi priva del fallo; sul lato della donna se lui ha il fallo posso ricevere solo quello mentre la mia domanda � ricevere altro oltre al fallo, � di ricevere il segno d�amore.
Entriamo adesso in una pagina centrale del Seminario XX che � la pag. 8 dove Lacan teorizza per la prima volta l�inesistenza del rapporto sessuale. Cosa significa? Non che non esista il rapporto sessuale come unione dei corpi, ma che questa unione che si consuma nella copula non oltrepassa mai le differenze tra l�Uno e l�Altro. Per quanti rapporti sessuali io possa avere nessun rapporto sessuale mi permetter� mai di fare e di essere Uno con l�Altro. Perch� cՏ qualcosa che obietta all�integrazione reciproca dei corpi. Cosa? Il fallo. �Il fallo � un�obiezione di coscienza fatta da uno dei due esseri sessuati al servizio da rendere all�altro�, afferma Lacan. Pi� precisamente ancora alla pagina 8 leggiamo: �Il godimento fallico � l�ostacolo grazie al quale l�uomo non arriva a godere del corpo della donna precisamente perch� ci� di cui gode � solamente il godimento dell�organo�. L�inesistenza del rapporto sessuale � consustanziale alla funzione fallica.
Il godimento fallico obietta al rapporto sessuale perch� punta all�Uno. Il fallo � l�obiezione rispetto alla possibilit� del rapporto sessuale perch� l�uomo non gode del corpo della donna se non attraverso il fallo. Questo significa che il godimento fallico � un godimento dell�organo e non del corpo della donna, significa che il fallo si mette in mezzo tra l�uno e l�altra impedendo all�Uno e all�Altro di fondersi. Sul lato della donna il fallo - che � lo strumento del godimento maschile - � strutturalmente deludente perch� attraverso il fallo non passa il segno dell�amore. Per quanto il fallo possa essere anche lo strumento del godimento della donna non � in ogni caso un messaggio d�amore. Una donna soddisfatta � una donna che sa fare del fallo lo strumento del suo godimento e un segno d�amore. Le cose funzionano diceva Breton quando il fallo per una donna � come un mazzo di fiori... In ogni caso ci� che impedisce l�esistenza del rapporto sessuale � il linguaggio di cui il fallo � il significante strutturale della sua operativit�. Io non posso entrare nel corpo dell�Altro, non posso sentire ci� che sente il corpo dell�Altro perch� tra me e il corpo dell�Altro cՏ il muro del linguaggio. Sono obbligato a passare attraverso il linguaggio che mi separa dal corpo dell�Altro. 
Non posso godere direttamente della Cosa senza mediazioni simboliche. Il godimento � interdetto a chi � nel linguaggio, l�impossibilit� di godere della Cosa � generata dall�esistenza del linguaggio.

> Lascia un commento   > Torna all'indice

Totale visualizzazioni: 133