Avvio dei lavori

Share this


Discussione del disegno di legge: Accertamenti e trattamenti sanitari volontari ed obbligatori (2130).

PRESIDENTE.: L'ordine del giorno reca la discussione del disegno di legge: " Accertamenti e trattamenti sanitari volontad e obbligatori ". Comunico ai colleghi che mi è pervenuta una richiesta scritta da parte del presidente del gruppo radicale, con la quale, ai sensi del sesto comma dell'articolo 39 del Regolamento, l'onorevole Pan-nella chiede che non vengano applicati limiti di tempo agli interventi dei deputati del gruppo radicale. Ricordo che nei giorni scorsi il Presidente della Camera si èpronunciato sul l'argomento precisando che la deroga ai limiti di tempo prevista dal sesto comma dell'articolo 39 del Regolamento può applicarsi solo ai membri effettivi della Commissione, e non ai deputati che partecipino alla seduta a norma dell'articolo 38.
Come è noto nessuno dei quattro membri del gruppo radicale è componente di questa Commissione. La seconda richiesta avanzata dal presidente del gruppo radicale è volta ad ottenere che, ai sensi del teno comma dell'articolo 83 del Regolamento, si applichi l'ampliamento della discussione sulle linee generali per il disegno di legge oggi in esame. Al riguardo, oltre la considerazione sopra formulata che concerne anche questo comma che dell'articolo 83, vorrei aggiungere ch , per il quarto comma dello stesso articolo 83, "le richieste di ampliamento della discussione sulle linee generali devono, di regola, essere formulate non meno di 24 ore prima dell'inizio della discussione". La richiesta del gruppo radicale è pervenuta soltanto un'ora fa.
PANNELLA.: Circa le richieste del mio gruppo, signor Presidente, mi limiterò ad osservare che àe sollevassi un richiamo al Regolamento sui punti da lei indicati, ai sensi dell'ultimo comma dell'àrticolo 41 del Regolamento, la seduta dovrebbe essere sospesa. Infatti, in base all'ultimo comma dell'articolo 41, ogni questione di interpretazione del Regolamento che sorga nel corso di sedute di Commissioni in sede legislativa deve essere Sottoposta al Presidente della Camera.
Tuttavia, ho adoperato il condizionale, perché non intendo avvalermi di questo mezzo non volendo gravare sui lavori di questa Commissione per i motivi che specificherò nel corso del mio intervento in sede di discussione sulle linee generali.

PRESIDENTE.: L'onorevole Bruno Orsini ha facoltà di svolgere la relazione.

> Lascia un commento   > Torna all'indice

Totale visualizzazioni: 89