(RI)LEGGENDO TRA LE RIGHE
Incontrare l'altro attraverso la scrittura
di Simona Sarti

L'INIZIO

Share this
8 maggio, 2013 - 19:14
di Simona Sarti

Ho cominciato a prestare più attenzione ai bigliettini lasciati dai pazienti sulla mia scrivania quando, diversi anni fa, trovai quello di Beppe che diceva: "Vivo in una metafora che non è la mia".
Quelle parole mi hanno colpita profondamente e mi hanno dato una visione di Beppe molto più nitida di quella che avevo nonostante i molti anni di conoscenza. Da lì la mia attenzione per le parole scritte, le parole dette in sala d'attesa o in piedi sulla porta, in modi apparentemente superficiali, è diventata la mia "ossessione". Raccolgo biglietti, lettere, diari e mi appunto frasi.
Custodisco queste parole dentro di me e le lascio sedimentare. A volte fioriscono, a volte no. D'altra parte il Tempo non dipende da noi.

> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 644