La psicoterapia cognitivo-comportamentale (CBT)
Recenti tendenze, prove di efficacia, utilità e limiti
di Gabriele Melli, Eleonora Stopani, Claudia Carraresi, Francesco Bulli

Apriamo le danze

Share this
9 maggio, 2013 - 18:04
di Gabriele Melli, Eleonora Stopani, Claudia Carraresi, Francesco Bulli

Ho accolto con entusiasmo l'offerta dell'editor di Pol.it di contribuire alla nuova versione della rivista online con un rubrica sull'argomento che mi sta più a cuore, e rispetto al quale ho più competenze: la psicoterapia cognitivo-comportamentale.
Non amo particolarmente le auto-presentazioni, e chi volesse sapere chi sono e cosa faccio basta che digiti il mio nome su google. Mi limiterò a citare il mio incarico principale, che è quello di direttore di IPSICO - Istituto di Psicologia e Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva di Firenze, nonché della relativa scuola di specializzazione in psicoterapia riconosciuta dal MIUR. In questo progetto ho pensato di coinvolgere alcuni dei miei più cari colleghi, Francesco Bulli, Claudia Carraresi e Eleonora Stopani, con cui condivido attività cliniche, di ricerca e di formazione, ai fini di garantire la pubblicazione periodica di articoli che siano da spunto a dibattiti costruttivi. Molti altri colleghi afferenti al mio Istituto potranno comunque aggiungersi nel tempo per arricchire sempre più i contenuti della rubrica.
Come ben sapete, questa forma di psicoterapia, pur con tutti i suoi limiti, si è guadagnata a livello internazionale un ruolo di primo piano all'interno della comunità scientifica, tanto che alcune linee guida dell'American Psychiatric Association la suggeriscono come intervento di prima scelta, ancora prima dei trattamenti farmacologici.
Ovviamente io stesso ritengo che nessun approccio terapeutico possa essere la panacea di tutti i mali, e il nostro contributo sul Pol.it cercherà proprio di stimolare la discussione sulle più recenti metodologie e applicazioni della CBT in ambito psicopatologico, partendo in genere proprio dal commento degli articoli scientifici che vengono regolarmente pubblicati.
Spero che in molti vogliate seguirci, ma sopratutto interagire commentando quello che vi proporremo.
Buona lettura,
Gabriele Melli

> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 537