FARE UNA DONAZIONE A PSYCHIATRY ON LINE ITALIA

Share this
14 ottobre, 2017 - 06:25
E' passato un anno da quando è stata lanciata la campagna per effettuare donazioni alla rivista ma la risposta dei lettori è stata molto scarsa.
Evidentemente la sollecitazione argomentata ed onesta non ha colpito l'animo di chi ci legge per ragioni che francamente mi lasciano basito.
Ripropongo pertanto l'appello nella speranza che venga compreso dalle migliaia di lettori che OGNI GIORNO ci leggono e che spero abbiano a cuore il futuro della testata.

DA SEMPRE Psychiatry on line Italia poggia sulle mie spalle di editor sia dal punto di vista organizzativo che dal punto di vista finanziario e dopo tanti anni in cui sono andato avanti mettendoci tempo, lavoro e denaro è giunto il momento di dire con chiarezza e onestà intellettuale che non ce la faccio più con le mie sole forze e ho necessità di un aiuto diffuso e consapevole da parte di chi sappia riconoscere ciò che è stato fatto, ciò che si fa e ciò che si farà in futuro.

Siamo ad un bivio: la rivista oltre che avere spese di base fisse ha bisogno di aggiornamenti di software e di hardware che con le mie sole forze non sono in grado più di supportare, al tempo stesso Psychiatry on line Italia è e sarà SEMPRE una risorsa gratuita di libera fruizione ma come ho più volte sottolineato non confondiamo la gratuità con il non costo: dietro alla risorsa vi è LAVORO e vi sono COSTI VERI E NON VIRTUALI DA SOPPORTARE.

Delle due l’una: volete che POL.it piano piano si spenga schiacciata da obiettive difficoltà? O volete che continui il suo cammino cercando sempre di migliorare la sua offerta culturale?

Contribuire ai beni che si usano non è un'obbligo è un'oppotunità e un segno per me di civiltà.

Se la vostra risposta è la seconda e non avete ancora fatto una donazione è il momento di valutare di dare davvero una mano a Psychiatry on line Italia.

Vi è un solo modo per farlo:

FARE UNA LIBERA DONAZIONE ALLA RIVISTA e lo potete fare tramite BONIFICO all’IBAN IT23A0335901600100000121875 Intestato, presso BANCA PROSSIMA, a ASSOCIAZIONE PSYCHIATRY ON LINE ITALIA - Via Provana di Leynì 13 Genova, oppure potete usare il nostro account PayPal connesso all’email boll001@pol-it.org

Grazie per ciò che farete, grazie dell’attenzione.



> Lascia un commento


Commenti

PER FARVI UN ESEMPIO DEL NOSTRO LAVORO

In 7 giorni dalla loro pubblicazione i 4 video delle relazioni presentate durante le VIII GIORNATE PSICHIATRICHE CERIGNALESI hanno superato le 900 viste.
Un dato davvero interessante: da un piccolo congresso di altissima qualità fino a ieri "per pochi" ad una visibilità degna dei suoi contenuti: Merito della rete certo ma pure dell'umile lavoro di raccolta in video che come Psychiatry on line Italia facciamo da anni.
Un servizio inportante unico nel suo genere non solo in Italia.
Pensate che un giorno finirà se non avremo un aiuto diffuso che da tempo stiamo chiedendo a chi dei servizi e dei contenuti è fruitore e spero non pensi che essi si generano da soli e senza costi reali.

ogni volta che ripropongo l'appello per una donazione alla rivista puntualmente in buona fede si intende, ci sono colleghi che mi propongono di rendere la rivista "a pagamento".

Vi sono diverse e serie ragioni per non farlo che provo a elencare nella speranza di essere compreso e conseguentemente nella speranza che l'invito invece a libere e spontanee donazioni sia compreso:

a) tutti tentativi (a parte servizi di nicchia ad altissimo valore aggiunto) di creare risorse di rete a pagamento son miseramente falliti: i contenuti in rete vengono "vissuti" come gratuiti e il mio sforzo è quello di provare a far capire che se una risorsa è GRATIS non significa che NON COSTI NULLA REALIZZARLA specie se si tratta di una risorsa complessa e multimediale come questa.
b) creare in ogni caso un sistema di pagamento COSTA e l'investimento come detto sopra non ha ritorno
c) Psychiatry on line Italia è sempre stata una risorsa di libera lettura e da ciò trae il suo grande successo. Io continuo a sperare che i lettori comprendano le difficoltà in cui POL.it si dibatte nella totale mancanza di sponsor che forse però la dice lunga sulla indipendenza che la Rivista ha e che dovrebbe essere supportata dai suoi lettori

se davvero in tanti rispondeste all'appello basterebbe davvero poco: pensare che mantenere la rivista non costi nulla è davvero un pensiero fuori di senso e pensare che questi costi non possano portare alla chiusura di POL.it è sbagliato!!
credo davvero che dovreste pensare a questa cose ogni volta che leggete un articolo o guardate un nostro video: dietro c'è lavoro e ci sono COSTI VIVI non più sopportabili con le sole mie forze.. pensateci


Totale visualizzazioni: 747