Annuncio pubblicazione : CARAVAGGIO NATIVITA' di Filippo Maria Ferro

Share this
17 novembre, 2017 - 17:44
Autore: Filippo Maria Ferro
Editore: Interlinea
Anno: 2017
Pagine: 88
Costo: €8.00

Caravaggio e Rubens sembrano dialogare e contendere a distanza, eppure le loro visioni concordano nell’aprire e far lievitare uno spazio barocco. E’ quanto intuisce nel 1699 lo scultore Giacomo Serpotta, incastonando la Natività di Caravaggio nel tripudio lussureggiante del suoi stucchi, completando cos. il canto di Natale intonato dall’angelo. Una meraviglia che entusiasma Vincenzo Consolo: “Corsi a quell’oratorio in via Immacolatella, proprio dietro la chiesa del convento mio. Entrai: mi parve d’entrare in paradiso. Torno torno alle pareti, in cielo, sull’altare, eran stucchi finemente modellati, fasce, riquadri, statue, cornici, d’un color bianchissimo di latte, e qua e l. incastri d’oro zecchino stralucente, festoni, cartigli, fiori e fogliame, cornucopie, fiamme, conchiglie, croci, raggiere, pennacchi, nappe, cordoncini… Eran nicchie con scene della vita dei santi Lorenzo e Francesco, e angeli gioiosi, infanti ignudi e tondi, che caracollavan su per nuvole, cortine e cascate, a volute, a torciglioni. Ma più grandi e più evidenti eran statue di donne che venivano innanti sopra mensolette, dame vaghissime, nobili signore, in positure di grazia o imperiose. Ero abbagliato, anche per un raggio di sole che, da una finestra, colpendo la gran ninfa di cristallo, venia ad investirmi sulla faccia..

Una luce può colmare il vuoto e salvare, questo ci dice Caravaggio con le sue Natività.



> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 596