Editoriale
il punto di vista di Psychiatry on line Italia
di Francesco Bollorino

EDITOR’S PICKS 2017 un anno di Psychiatry on line Italia.

Share this
2 gennaio, 2018 - 16:55
di Francesco Bollorino

All’alba di un 2018 ricco di ricorrenze e anniversari che, sicuramente, riempiranno le pagine della rivista e mi riferisco in primis al “QUARANTENNALE DELLA LEGGE 180” e in maniera per me in qualche misura correlati i “50 ANNI DAL 1968” e gli “80 ANNI DALLE LEGGI RAZZIALI FASCISTE”, all’alba del 2018 credo sia opportuno, come Editor di Psychiatry on line Italia, ripercorrere dal punto di vista editoriale l’anno appena concluso.
Prima di tutto parliamo di “numeri” e quelli di POL.it mi sembrano davvero importanti: in 12 mesi sono state lette oltre 1.450.000 pagine che significa oltre 120000 pagine al mese e oltre 4000 pagine al giorno, numeri notevoli per una rivista strettamente professionale ma soprattutto con un incremento di circa il 20% rispetto al 2016. I lettori unici sono oltre 80000 al mese con un incremento sul 2016 di oltre il 20%.
A dicembre la rivista ha superato la soglia dei 7000 articoli archiviati e credo che questa sia la vera forza di POL.it visto che le statistiche dicono che ogni giorno vengono letti in media quasi 1000 articoli diversi a testimonianza della non obsolescenza dei contenuti delle rivista e il loro valore duraturo nel tempo.
Da circa tre mesi abbiamo aggiunto un counter che rivela le letture e le mostra a piè di pagina, se provate a sfogliare a caso la Rivista vi accorgerete che non vi è articolo non letto e i dati presenti sono in difetto visto che appunto il counter presenta i dati da quando è stato attivato e non tutto lo “storico”.
Come tutti voi sapere dal 2011 abbiamo aperto un Canale Tematico su YouTube che rappresenta un allargamento dell’offerta culturale della rivista e una proposta di comunicazione scientifica integrata e multimediale in cui abbiamo creduto molto e che ci ha obiettivamente ripagato.
Con i suoi oltre 1000 video il Canale è una risorsa unica nel suo genere in ambito Psy su tutta la rete , non esiste nulla di simile in tutto il mondo per qualità e varietà dei contenuti sempre attestati a livelli scientifici elevati senza alcuna concessione alla banalizzazione della nostra proposta.
Fiore all’occhiello sono i nostri Report Congressuali in video che consentono la conservazione e la diffusione nel tempo e nello spazio di contributi altrimenti riservati ai soli partecipanti agli eventi che con regolarità registriamo e proponiamo sul canale.
I risultati stanno a dimostrare che è una scommessa vinta: a Dicembre 2017 abbiamo superato la soglia del 1.500.000 di viste e nell’anno solare 2017 abbiamo raggiunto e superato la quota dei 450.000 video visti con un incremento rispetto al 2016 del 25%.
E’ indubbio, anche per la semplicità di fruizione attraverso gli apparati mobili che il video rappresenta il futuro anche nella comunicazione scientifica di qualità e Psychiatry on line Italia rappresenta l’avanguardia in questo ambito a livello mondiale.
Sempre osservando le statistiche si nota come sempre più la fruizione dei contenuti avvenga attraverso smartphone che nel caso del Canale Youtube ha ampiamente superato la classica fruizione da PC da tavolo ( 56% contro 43%) e pure il sito web è ormai visto più da mobile che da desktop (49% contro 43%) anche se con percentuali come vedete inferiori leggermente in quanto qui la percentuale da tablet è più alta (7%).
Sempre restando ai numeri va sottolineato che se è vero che sia gli articoli che i  video sono fruiti in larga misura diffusamente è altrettanto vero che vi sono dei BESTSELLER/LONGSELLER che sono da sempre molto apprezzati dai nostri lettori mi riferisco per quanto riguarda la rivista all’intera sezione dedicata alle SCALE DI VALUTAZIONE IN PSICHIATRIA, alla RILETTURA DELLE OPERE DI FREUD A FIRMA DI ROMOLO ROSSI e alle LEZIONI SU LACAN A FIRMA DI MASSIMO RECALCATI; vi sono poi articoli che, costantemente, vengono letti segno, credo, di argomenti di particolare interesse generale, mi riferisco a  EFFETTI COLLATERALI DEI FARMACI ANTIDEPRESSIVI (25000 letture in un anno) e a PSICOFARMACI E LA FUNZIONALITA’ SESSUALE NELLA PRATICA CLINICA (21000 letture in un anno).

Per quanto concerne il Canale Youtube la serie di maggior successo è rappresentata dai CONTRIBUTI DI MASSIMO RECALCATI che mi causarono una divertente discussione con il suo Editore Raffaello Cortina che sosteneva sottraessero lettori ai suoi libri mentre io ribattei, credo giustamente, che il successo dei suoi video su POL.it ha costituito una base, in epoca non sospetta, per il lancio di Recalcati quale ottimo divulgatore intelligente del pensiero di Lacan, favorendone semmai il successo editoriale che tutti conosciamo.


Passando ora ad esaminare le scelte editoriali che a parere mio sono il fiore all’occhiello di quest’anno di POL.it non posso non nominare la Rubrica CUORE DI TENEBRA aperta dal collega e amico napoletano Gilberto Di Petta: un vero fenomeno editoriale e di apprezzamento da parte dei lettori se pensate che uno dei pezzi “E LENTAMENTE MUORE LA PSICHIATRIA ITALIANA” ha raggiunto le 9000 letture divenendo l’articolo di una Rubrica più letto sulla Rivista da quando 4 anni fa abbiamo inaugurato questa nuova sezione della rivista , LE RUBRICHE , appunto.

Lo stesso discorso vale per la Rubrica ZATTERE AGLI INCURABILI aperta quest’anno dalla psicoanalista Maria Ferretti e dedicata al rapporto tra parola, poesia e cura in un intreccio nuovo come scrittura e proposta emozionale.
A dimostrazione dello stretto contatto e di una continuità tra sito web e Canale Youtube in stretto collegamento con i contenuti della Rubrica di Maria abbiamo aperto una playlist intitolata “GUIDA POETICA PER PSICOANALISTI dove i percorsi della rubrica vengono sviluppati attraverso interviste a poeti in un progetto in fieri che proseguirà pure quest’anno.


Un progetto terminato come realizzazione nell’anno appena trascorso di cui vado molto fiero è il “VOCABOLARIO PSICOANALITICO” realizzato in video con l’amico psicoanalista Franco De Masi. 121 video che in maniera agile toccano i punti cardine della teoria e della pratica clinica della Psicoanalisi Freudiana per una fruizione facile ma senza alcuna banalizzazione.


Un progetto in fieri che è iniziato nel 2017 e conto prosegua nel 2018 è “MAESTRI”, raccolta di interviste fatte ai padri nobili della psichiatria, della psicoterapia e della psicologia. I primi due intervistati sono stati CORRADO PONTALTI e ANTONELLO CORREALE, altri seguiranno durante quest’anno.


 
E’ dunque tutto oro quello che luccica dalle parti di Psychiatry on line Italia?
Non direi proprio.
 
Per incominciare la “partecipazione attiva” fatta di commenti ai pezzi pubblicati (se si è Utenti Registrati), proposta di articoli o recensioni di libri o film (DAVVERO BENVENUTA) è inferiore alle potenzialità del bacino di utenza e indica purtroppo un atteggiamento passivo duro a morire da parte dei lettori.
In secondo luogo pur con un netto miglioramento rispetto al passato le pagine di POL.it sono spesso lette attraverso una ricerca tramite GOOGLE o seguendo una segnalazione dai Social e non attraverso una ricerca personale dentro al sito ed è un peccato poiché l’offerta culturale multimediale di Psychiatry on line Italia è davvero vasta e può soddisfare davvero molti se non tutti gli appetiti culturali o formativi dei suoi lettori.
 
Ma il tasto più dolente è rappresentato dalla scarsa adesione alla campagna lanciata ormai 15 mesi fa per sollecitare DONAZIONI LIBERE alla rivista in notevoli difficoltà a proseguire il suo cammino basandosi SOLO sulle risorse del suo Editor dal punto di vista economico.
Pur avendo fatto reiterati appelli la risposta dei lettori è stata scarsa segno o di poca sensibilità verso una problematica VERA E PROPOSTA CON ESTREMA ONESTA’ o di incapacità mia a far passare il messaggio.
 
Resta il fatto che la situazione è davvero difficile e si potrebbe arrivare alla chiusura di POL.it o a un drastico ridimensionamento dei suoi nuovi contenuti.
 
Io continuo a pensare che i lettori possano capire e pertanto ripropongo qui sotto il video in cui spiego in maniera chiara i problemi della rivista e mi auguro che i lettori vogliano finalmente e diffusamente darci una mano.
 
FATE UNA LIBERA DONAZIONE ALLA RIVISTA e lo potete fare tramite BONIFICO all’IBAN IT23A0335901600100000121875 Intestato, presso BANCA PROSSIMA, a ASSOCIAZIONE PSYCHIATRY ON LINE ITALIA - Via Provana di Leynì 13 Genova, oppure potete usare il nostro account PayPal connesso all’email boll001@pol-it.org

Vedi il video
> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 1638