MOSTRA “Schedati, perseguitati, sterminati. Malati psichici e disabili durante il nazionalsocialismo” A novembre 2018 a Cagliari

Share this
7 novembre, 2018 - 11:52
Dopo Roma e Milano, è la volta di Cagliari. Fotografie, documenti e testimonianze originali per raccontare una pagina poco nota dell'orrore nazista: quella della "caccia" ai malati psichici e ai disabili, schedati, ospedalizzati in modo coatto e metodicamente eliminati dal regime di Hitler, entro un vero e proprio programma di sterminio intitolato "Operazione T4", partito nell'autunno del '39 per cancellare dalla società ariana gli "impuri" e "inferiori".
È la mostra "Schedati, perseguitati, sterminati. Malati psichici e disabili durante il nazionalsocialismo - Malati, manicomi e psichiatri in Italia: dal ventennio fascista alla seconda guerra mondiale", organizzata dal docente di psichiatria Bernardo Carpiniello, che sarà ospitata nell'Aula Rossa della Cittadella dei Musei a Cagliari dal prossimo 5 novembre e per tutto il mese. La sezione dedicata all’Italia, documenta il contributo dato da alcuni esponenti della psichiatria italiana nella promulgazione delle leggi razziali volute e delle teorie eugenetiche, che porteranno alla deportazione di tanti degenti psichici, ebrei e non, dai manicomi italiani del Nord Italia occupati dai Nazisti (da "L'unione sarda" del 31 ottobre). Sullo stesso tema vedi in questa rubrica "Dalle macerie. 70 anni dal XXIII congresso SIP" e "1938-2018. 70 anni dal Manifesto degli scienziati razzisti".
> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 91