APPLICAZIONE DELLA TOMOGRAFIA AD EMISSIONE DI POSITRONI ALLO STUDIO DEI RECETTORI SEROTONINERGICI 5-HT2 IN CORSO DI DEPRESSIONE MAGGIORE: MODIFICAZIONI FOCALI NELLA CORTECCIA ORBITO-INSULARE

Share this
4 ottobre, 2012 - 14:17

Biver et al.
Br. J. Psychiatry 1998; 171: 444-448.

I recettori serotoninergici potrebbero giocare un ruolo importante nella patofisiologia dei disturbi affettivi. Abbiamo studiato i recettori serotoninergici di tipo 2 (5-HT2) cerebrali in pazienti affetti da depressione maggiore.Abbiamo indagato la distribuzione dei recettori 5-HT2 in otto pazienti affetti da depressione unipolare non in trattamento farmacologico e in 22 soggetti sani, utilizzando la tomografia ad emissione di positroni (PET) con il radioligando selettivo (18F)-altanserina. I dati sono stati analizzati usando il software Statistical Parametric Mapping (SPM) 95.Nei soggetti depressi l'uptake di (18F)-altanserina era significativamente ridotto in una regione dell'emisfero cerebrale destro comprendente la corteccia orbitofrontale posterolaterale e la corteccia insulare anteriore. Un trend verso simili alterazioni é stato evidenziato anche a livello dell'emisfero cerebrale di sinistra. Non é stata rilevata alcuna correlazione tra grado di uptake e punteggio alla scala di Hamilton per la depressione.La patofisiologia della depressione potrebbe riguardare cambiamenti relativi ai recettori 5-HT2 in alcune regioni cerebrali selettivamente implicate nella regolazione del tono dell'umore.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 663