Editoriale
il punto di vista di Psychiatry on line Italia
di Francesco Bollorino

A proposito delle mailing list

Share this
11 febbraio, 2013 - 14:17
di Francesco Bollorino

Come ho ripetuto piu' volte, forse fino alla nausea per i piu' affezionati lettori di queste pagine, io considero la posta elettronica il piu' importante tra gli strumenti che la rivoluzione "INTERNET" ci ha messo a disposizione.

Per questo fin dall'inizio della mia attivita' sul Net ho sempre visto in questa possibilita' di dialogo a distanza l'obiettivo da raggiungere appena fossi stato in grado tecnicamente di supportarne la diffusione.

Le mailing list sono forse la quintessenza dell'uso dell'e-mail, come forse molti di voi sapranno si tratta di un servizio gestito da un software che consente di inviare un messaggio ad un indirizzo specifico di posta elettronica, che corrisponde al robot appunto, il quale provvedera' a reinviare il messaggio a tutti gli iscritti di quella specifica lista.

E' l'uovo di colombo, ma rappresenta se correttamente usato un grande passo avanti nella diffusione dell'informazione e soprattutto nello scambio.
Nel momento in cui ho avviato questo progetto in collaborazione con il DIPARTIMENTO DI SCIENZE PSICHIATRICHE dell'Universita' di Genova dove lavoro avevo in mente una serei di usi che mi auguro nel tempo verranno dai colleghi messi in atto:

  1. Scambio di informazioni su terapie e problematiche assistenziali
  2. sviluppo di collaborazioni a distanza specie nel campo della ricerca epidemiologica
  3. egnalazioni di congressi e/o convegni
  4. segnalazione di concorsi
  5. segnalazione infine di nuove iniziative sul net nell'ambito della nostra disciplina

E' chiaro che in questa fase sperimentale di avvio tutti questi argomenti viaggeranno su di un asingola lista ma appena "il traffico e le richieste" lo giustificheranno non vi sara' problema ad attivare nuove mailing list piu' specifiche: tutto dipende da noi e dalla nostra partecipazione all'iniziativa.

La mailing list psic-ita non e' aperta a tutti, proprio perche' sperimentale e "generica" ho preferito mantenerla riservata ai solo "professionisti" della psichiatria e psicologia, con una scelta di esclusione dell'utenza che in futuro potra essere ovviata soprattutto se trovero' come spero colleghi disposti a svolgere il ruolo di moderatori delle nuove mailing list in progetto, alcune delle quali potranno svolgere funzione di informazione, sottolineo questo termine, e non di consulenza a distanza per gli utenti.

Per il momento io mi limito a svolgere il ruolo di organizzatore del servizio e i questa veste rinnovo l'invito ai lettori di inviarmi una mail con la richiesta di essere inseriti nel forum di discussione; cerchero' di evadere le richieste nel minor tempo possibile.

In questa fase di avvio mi permetto di ricordare ai colleghi meno esperti alcune piccole regole di netiquette che tutte le mailing list adottano:

  • se si desidera rispondere privatamente ricordarsi che usando il tasto reply la risposta va alla lista e non a chi ci ha inviato il messaggio.
  • non inviare mai alla lista files in attachment ma fare la cosa solo in privato e su diretta richiesta dell'interessato ( e' molto fastidioso ricevere "regali per WIN95" lavorando come faccio io con un Mac o viceversa)
  • mettere sempre un titolo nella mail allo scopo di essere riconoscibili
  • ricordarsi che tutte le torie di virus che girano sul Net sono baggianate ( se si fanno downloads da siti sicuri e si rinuncia ai giochini); l'unico risultato di messaggi di tal fatta e' quello di intasare la rete con un effetto questo si' nefasto.

Nell'attesa di trovare molti messaggi di adesione nella mia casella di posta vi auguro buona lettura di questo numero di Maggio di POL.it!!

> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 492