I MEDICI-GAY ed i pazienti LGBT di ogni medico!
Raccolta e analisi di casi personali, clinici, tra colleghi e di fantasie sull'omosessualità di medici e pazienti.
di Manlio Converti

Identità di Genere, spiegato ai bambini e agli psicoanalisti

Share this
18 luglio, 2021 - 12:36
di Manlio Converti

Proverò ad essere semplice, in modo che bambini e psicanalisti possano capire.

Oggi spieghiamo la differenza tra sesso, genere, identità, orientamento.

Sono solo parole.

Quindi siamo noi che diamo loro un significato che poi nel ragionamento ci aiuteranno a capire la realtà. Non sono le parole a definire la realtà ma noi a scegliere le definizioni delle parole per spiegate e comunicare la realtà.

Ogni nominalismo è inaccettabile!

Le nostre definizioni esemplificate sono:

1) Sesso... i tuoi genitali, il corpo, incluso il cervello che contiene la mente? Il sesso in senso stretto sono solo i genitali, che sono prodotti nel primo trimestre della gravidanza e possono essere Maschili Femminili o Intersex (meno di 1%).

2) Sesso Anagrafico.... dai tuoi genitali, in un mondo binario che ignora le persone LGBTI viene desunto il sesso anagrafico, con gravi problemi per chi nasce Intersex. Chi nasce Intersex viene attribuito comunque ad un sesso anagrafico binario e sottoposto a mutilazioni genitali neonatali per reificare la paranoia di genitori e pediatri che non accettano la realtà.

Sesso Anagrafico oggi diventa Genere Anagrafico quando una persona Transgender, che definiremo dopo, modifica i documenti indipendentemente dal Sesso (i genitali). L'introduzione di una terza voce oltre M ed F come avviene in India Australia Germania ecc permette di garantire I neonati intersex e le persone Transgender non binary che pure spieghiamo dopo chi sono. Noi proponiamo la T di Tertium Datur, altrove si usa la X o la O di Other-sex Altro...

3) Passiamo a Genere. È l'insieme di tutte le caratteristiche ontologiche, fenomenologiche, sociali, psicologiche e biologiche et al. che individuano la persona nelle relazioni sessuali col proprio Sé col proprio corpo con il/la partner è con la società.

4) Espressione o Comportamento di Genere. Include tutte le forme esteriori verbali e non verbali e rappresentano uno spettro da M ad F, che vede al.centro Effeminati, Androgini e Virago. Soprattutto per la caratteristica voce ci sono studi che dimostrano che l'espressione di genere è predeterminata. Una voce effeminata o virago è riconosciuta in ogni lingua anche alla radio.

5) Identità di genere. Anche le persone Transgender su questo punto sono in forte evoluzione semantica. In realtà ci sono due aspetti. Quello Ontologico e quello del Corpo. Rispetto alla parte del Sé, evidentemente ognuno ha una identità di genere che è uno spettro da M ad F che vede al centro le persone transgender non binary. Identità di genere è il Sè rispetto al Sesso. La Congruità si dice Cisgender (orribile parola coniata dalle persone Transgender) e appunto la Incongruenza si dice Trans. È falsa l'idea che l'incongruità Transgender corrisponda a Disforia o Sofferenza.
Questa esiste solo se si vive in un ambiente familiare omo.transfobico ed è pretesa dagli psicologi e psicanalisti per ottenere il diritto all'uso di ormoni, chirurgia o cambio del genere anagrafico. Esiste ovviamente una alternativa che però toglie potere agli psicanalisti che ci perseguitano come Pillon o Gandolfini qualsiasi.

Si chiama Consenso Informato! Si basa sulla diagnosi di Salute Mentale e non di patologia della persona Transgender, cui si.fornisce tutto ciò che serve da sapere su Ormoni Chirurgia e cambio Genere Anagrafico. Si chiama libertà sul proprio corpo! E sul proprio Sé non più vincolato alla simulazione di una sofferenza che è causata anche dalla omo.transfobia sanitaria. Fin qui è facile? Se avete dubbi chiedete nei commenti.

6) Parliamo del corpo. Ognuno è a disagio col proprio corpo e lo cambia in direzione Cis o Trans. Solo chi lo cambia in direzione Trans subisce restrizioni sanitarie.
Anche a causa delle limitazioni di Ormoni e Chirurgia non tutte le persone Transgender cambiano il proprio corpo in modo Trans.
La maggior parte dei corpi rimane intermedio, rispetto alle possibilità attuali. Soprattutto i maschi Transgender.

Altre operazioni sono più richieste, soprattutto per i seni. L'operazione alla laringe è solo estetica per i maschi T ma serve a modificare la voce alle donne T. La voce ai maschi T è generalmente modificata grazie al Testosterone.

Anche gli ormoni non sono sempre richiesti al pieno dosaggio. La prostata è sempre conservata nelle donne T ed anche i capezzoli sensibili dovrebbero essere uno standard ancorché più difficile per i maschi T.

La questione corpi non binary ma identità binarie è chiara? Un corpo Non Med ( non medicalizzato) può essere di un Sé Transgender. Un corpo con i genitali non operati può essere di una persona con un Sé ontologico del tutto M o F. Sì lo spettro di possibilità è enorme, ma il numero totale di persone Transgender resta intorno al 1%. Il loro moltiplicarsi identitario è anche un trucco politico... per dare più rappresentanza ad una minoranza di.una minoranza!

7) Passiamo all'ultimo argomento per bambini e psicanalisti. L'orientamento sessuale non c'entra nulla con l'identità di Genere perché rappresenta l'altro non il Sè ! L'altro può essere M o F dalla nascita, con un corpo in transizione o Intersex o nessuno o più di uno dei precedenti.

Qui nasce una polemica con il mondo LGBTI che sull'orientamento sessuale pure ha.una semantica complessa ed in evoluzione.

Se amo più di una tipologia di persona si dice bisex o pansex? E se poi un maschio dalla nascita sta.in coppia con una donna T la loro è una coppia etero come uomo/donna Pillon li creò oppure si deve usare un altro termine, fosse solo per garantire studi epidemiologici efficaci?

L'altro comunque non è il Sè e mettere gay lebiche bisex nella stessa frase con Transgender per parlare di tutti va bene ma se stiamo parlando solo di identità di genere gay lesbiche bisex non c'entra niente se in senso stretto ne parliamo come di persone cis, e viceversa se parliamo di orientamento sessuale Transgender è una tipologia di partner soltanto...

In realtà oggi la stessa comunità LGBTI usa gay per una coppia maschio alla nascita/ maschio Transgender perdendo la univocità del termine in favore della inclusione sociale molto più importante per loro.

Inutile dire che l'uso di parole etero lebica e gay rispetto al genere è infatti utile alle persone Intersex, Transgender e loro partner per ottenere maggiore inclusione sociale e diritti umani, ma crea una gran confusione dal punto di vista semantico e quindi epidemiologico perché nasconde in gruppi diversi molto più grandi quelle coppie o famiglie di cui avremmo bisogno di sapere di più per garantire loro Benessere sociale e sanitario.

L'immediato beneficio dell'inclusione sociale evidentemente prevale sui bisogni categoriali di chi fa ricerca.

8) Tra l'altro in Italia nessuno fa ricerca scientifica sulla popolazione generale con una Anagrafica Inclusiva ma al massimo sui propri pazienti... producendo bias scientifici assurdi.

Solo negli USA dal 2010 ben 10 società di rilevazione epidemiologica usa Anagrafica Inclusiva e da loro traiamo la maggior parte delle conoscenze sulla Medicina di Genere LGBTI.

9) Cari bambini, se il discorso adesso vi è chiaro, nonostante le problematiche semantiche causate dalle stesse persone LGBTI, fate leggere questo testo agli psicanalisti, medici ed altri sanitari che ci perseguitano o che ci ignorano.

10) Chiedo scusa per l'uso del maschile inclusivo ma stiamo spiegando agli psicanalisti... non possiamo pretendere che capiscano anche il femminile inclusivo o l'uso della Schwa ( ə) ...

> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 649