180X40 GENOVA: SEI APPUNTAMENTI SERALI “THE LATE NIGHT SHOW”

Share this

GENOVA
Diverse location
in città
Da 7 maggio, 2018 - 00:00 a 12 maggio, 2018 - 00:00

SEI APPUNTAMENTI SERALI
“THE LATE NIGHT SHOW” PERCORSI TRA ARTE, POESIA E DIRITTI (a cura di Francesco Bollorino)
 
RAZIONALE
A completamento e chiusura delle giornate abbiamo voluto aggiungere una serie di eventi serali in cui i temi della psichiatria si intrecciassero con l’arte e la poesia che con la loro forza hanno da sempre rappresentato in maniera mirabile e inavvicinabile il dolore mentale e la realtà della malattia mentale. Sono serate a tema in cui la psichiatria, la cura, la ricaduta sociale delle diversità vengono osservate e declinate da angolazioni inusuali ma non per questo meno significative e utili per un pubblico non solo di addetti ai lavori.
 
LUNEDI’ 7 MAGGIO
PALAZZO DUCALE – SALA DEL MUNIZIONIERE ORE 21
Psicoanalisi e gioco del calcio: per chi avrebbe tifato Lacan?
Cosa può insegnare il gioco del calcio alla psicoanalisi? Che significato ha la passione per la propria squadra del cuore? La gruppalità fuori e dentro il campo di gioco. Ne parlano Alex Pagliardini, psicologo e psicoanalista ALIPSI, Roma, Enrique Balbontin, avvocato comico e opinionista de IL SECOLO XIX, Lorenzo Licalzi, psicologo scrittore e opinionista de IL SECOLO XIX. Coordina la serata Francesca Forleo, giornalista de IL SECOLO XIX e Direttrice Responsabile di PSYCHIATRY ON LINE ITALIA.
 
MARTEDI’ 8 MAGGIO
PALAZZO DUCALE – SALA DEL MUNIZIONIERE ORE 21
La Notte dei Diritti: matti, migranti, omosessuali.
La legge 180 è stata anche la reificazione concreta del riconoscimento dei diritti dei più deboli. A distanza di 40 anni a che punto siamo di fronte alle vecchie e nuove fragilità? Gli stigma sociali come agiscono oggi? Ne discutono, con contributi poetici, Damiano Fiorato, avvocato esperto in diritti umani e dell’immigrazione, Genova, Daniele Ferrari, esperto in diritto ecclesiastico e diritti umani, Genova e Manlio Converti, psichiatra e attivista LGBT, Napoli.
 
MERCOLEDI 9 MAGGIO
Foyer del Teatro della Corte, Viale Duca d’Aosta ORE 17,30
A proposito di “Qualcuno volò sul nido del cuculo”
Ne parlano Mario Amore, cattedratico di Psichiatria all’Università di Genova e la Compagnia della Fondazione Teatro di Napoli che mette in scena lo spettacolo di Dale Wasserman dall'omonimo romanzo di Ken Kesey al Teatro della Corte. Per l’occasione delle giornate 180X40 verrà praticato un prezzo speciale di 12€ a quanti ne  faranno richiesta col codice “180X40” alle casse del teatro.
 
 
GIOVEDI’ 10 MAGGIO
Sala 21 (spazio cucine) dell’ex OP di Quarto ore 21
Quando le cose si dimenticano riaccadono
Spettacolo della Compagnia Teatro dell’Ortica su testi di Armando Misuri, adattamento teatrale e regia Mirco Bonomi, con Anna Solaro e Mirco Bonomi, accompagnamento musicale Marcello Liguori, voce fuori campo Mauro Pirovano. In memoria di Armando Misuri, poeta e attore del Gruppo Teatrale Stranità.
 
 
VENERDI’ 11 MAGGIO
PALAZZO DUCALE – SALA DEL MUNIZIONIERE ORE 21
Poetare la cura: un reading a due voci sul processo di cura.
La cura psicoanalitica è il processo di cura attraverso la parola, quella vera, quella che tocca. Le parole che toccano sono le parole dei poeti. Analisti e poeti per alzare di un tono la realtà umana. Dalla Rubrica ZATTERE AGLI INCURABILI di Psychiatry on line Italia poetare la cura e restituire dignità di cura alla parola tra analista e paziente. Maria Ferretti, psicologo psicoanalista ALIPSI, Brescia e Giulia Bacchetta Attrice, Milano.
 

SABATO 12 MAGGIO ORE 21
Spazio 21 dell’ex OP di Quarto
Concerto di Musica Classica
Orchestra Giovanile Regionale del Conservatorio Paganini diretta dal Maestro Vittorio Marchese

PROGRAMMA

E. Grieg       Aus Holberg Zeit. Suite in stile antico.
 
L. Perosi    Quartetto n. 12 in la minore
                       trascrizione per archi di A. Azzaretti
 
B. Britten    Simple Simphony
 
B. Bartok   Danze popolari rumene
 

Orchestra Giovanile Regionale del Conservatorio Niccolò Paganini
L’Orchestra Giovanile Regionale nasce presso il Conservatorio Paganini e porta a maturazione diverse esperienze dedicate alla pratica orchestrale degli studenti più giovani. Ne è creatore il violinista Vittorio Marchese, che nel 2012 raccoglie intorno a sé un appassionato gruppo di studenti di strumenti ad arco, ai quali si aggiungono negli anni anche fiati e percussioni.

Animata nello studio, l’orchestra prende rapidamente coraggio e affronta eventi di importanza sempre maggiore, fra i quali spicca la produzione di “Foody", uno spettacolo di Roberto Piumini e Andrea Basevi creato per l’Expo di Milano del 2015, al quale segue, nell’ottobre dello stesso anno, l’esibizione presso la Sala Nervi del Vaticano, alla presenza di Papa Francesco.

Sempre nel 2015 l’orchestra assume ufficialmente il titolo di Orchestra Regionale, accogliendo nel suo organico giovani musicisti di tutta la Liguria.

Il repertorio della O.G.R. comprende brani classici per ensemble di archi, ma affronta anche con coraggio composizioni per organico più ampio e scritture moderne e complesse: è il caso dell’operina “Viaggi di carta e di musica”, scritta da Tiziana Canfori e Luigi Giachino per questa formazione, alla quale si sono uniti due cantanti protagonisti, e andata in scena nel 2017 per la prima edizione del Festival delle Geografie di Levanto.

Attualmente l’orchestra comprende musicisti che ne fanno parte fin dalla fondazione, dotati ormai di esperienza strumentale e professionale, e rinnova annualmente le sue forze accogliendo anche nuovi, giovanissimi talenti.

> Lascia un commento

Totale visualizzazioni: 820