AI CONFINI DELLA SALUTE MENTALE

Share this
1 dicembre, 2012 - 17:05

 

a cura di Gennaro Esposito - Pol.it redazione di Napoli

 

REPORT DELLA GIORNATA

Si è svolto a Pompei, sullo sfondo degli antichi scavi romani, il convegno interdipartimentale sulla "Doppia Diagnosi" e problematiche connesse alla ricerca di strategie di integrazione tra i servizi sul territorio onde migliorarne l'efficenza e offrire prestazioni sempre più mirate e specifiche. Riportiamo per semplicità le interviste realizzate ai relatori precedute da una sintesi dei contributi per stimolare un dibattito nelle liste del Dipartimento (psic-ita e dipendenze in primis).

 

Relatori

Dott. ANGELO FIORITTI

Dott. FERDINANDO PELLEGRINO

Dott. LUIGI ACANFORA

Dott. FABRIZIO ASIOLI

 

 

Dott. ANGELO FIORITTI Direttore Programma Salute Mentale e Dipendenze Patologiche A.U.S.L. di Riminiha relazionato su: "Malattia Mentale e Tossicodipendenza"

Sintesi della relazione

 Dopo aver esposto i principali fattori di rischio e di protezione per l'uso di sostanze di dipendenza, il Dr. Fioritti ha proposto una recente classificazione dei pazienti con Doppia Diagnosi, che prevede tre grandi gruppi di situazioni: a) pazienti con disturbi psichiatrico primario e abuso/dipendenza secondario; b) pazienti con disturbo da abuso/dipendenza primario e disturbi psichiatrici secondari (a breve, medio e a lungo termine); c) pazienti con disturbi psichiatrici e da abuso/dipendenza entrambi primari.

 

Dott. FERDINANDO PELLEGRINO

Responsabile C.S.M. "Costiera Amalfitana" - ASL Salerno1ha relazionato su: "Il Burn-out degli operatori sanitari"

Sintesi della relazione 
          

Il dott. Pellegrino espone ai convenuti i risultati della sua ricerca compiuta su 5000 operatori sanitari della sua ASL ed espone in dettaglio gli aspetti salienti della Sindrome del Burn-out, dalle emozioni al disagio professionale che si riflette negativamente nella relazione terapeutica medico-paziente e analizza le possibili strategie di intervento per poter arginare gli effetti negativi del burn-out nei servizi sanitari: da un lato un lavoro sull'organizzazione aziendale e sulla struttura organizzativa dei servizi, con una serie di interventi sui ruoli, le finalità e la pianificazione delle attività e dall'altro una serie di interventi sugli operatori che comprenda la formazione/informazione psicologica e il momento terapeutico, sia individuale che di gruppo (Gruppi Balint).

 

Dott. LUIGI ACANFORA

Dirigente Medico UOSM di Pompei - ASL Napoli/5ha relazionato su: "Il Burn-out degli insegnanti"

Sintesi della relazione


       Il Dott. Acanfora ha illustrato i risultati di una indagine conoscitiva relativa al Burn-out degli insegnanti, dopo aver rimarcato che questa professione appartiene all'elenco delle cosiddette 'professioni impossibili' insieme a quelle del medico e dell'educatore.

 

Dott. FABRIZIO ASIOLI

Direttore DSM AUSL Città di Bolognaha relazionato su: "La doppia diagnosi: come integrarsi?"

     

Il Dr. Asioli ha esposto con molta chiarezza e capacità di sintesi le diverse strategie di intervento nel trattamento dei pazienti con Doppia diagnosi, esponendo i fattori che ostacolano il processo terapeutico e l'integrazione dei servizi territoriali preposti, nonchè le varie 'filosofie' contrastanti alla base delle scelte di cura. 
"Ogni servizio (Sert o DSM che sia) - ha commentato - tende a considerare il disturbo di propria competenza come 'primario' e quindi come 'secondario' i sintomi e il ruolo dell'altro. Per cui il risultato è che pazienti gravissimi con doppia diagnosi ricevono trattamenti carenti, poco efficaci e spesso assenti e si crea un clima di conflittualità sterile tra i servizi". Inoltre Asioli ha sottolineato che in molti Paesi le dipendenze sono di pertinenza psichiatrica, mentre in Italia le due competenze sono diversificate e distinte. Per questo è necessario che i servizi in questione giungano a realizzare dei protocolli d'intesa locale, attuare interventi integrati sui pazienti e riconoscere l'esistenza di altre figure professionali esperte nella cura di quel determinato disturbo (psichiatra, psicologo, tossicologo, etc.).

 

 

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 1223