La vita privata e professionale dello psicoterapeuta. L'interazione fra pratica clinica, relazioni personali e benessere emotivo dello psicoterapeuta

Share this
16 gennaio, 2020 - 14:47
Autore: James D. Guy
Editore: Centro Scientifico Editore
Anno: 1994
Pagine: 470
Costo:
NDR: Come per molte altre recensioni è presente in questa pagina un link verso Amazon per l'acquisto del volume recensito. Se effettuerete l'acquisto seguendo tale link darete indirettamente un aiuto alla Rivista. Per ogni acquisto anche non di libri, infatti, fatto su Amazon, passando dai molti link presenti qui sul sito, una piccolissima percentuale verrà riconosciuta a Psychiatry on line Italia. E' un aiuto che non costa nulla mettere in atto, basta ricordarsene!!!
Il libro di James Guy è dedicato ad un tema particolare: la vita personale, privata e professionale dello psicoterapeuta, ponendo l'attenzione sulle esperienze, le tappe esistenziali, i traguardi realizzati e le difficoltà che possono caratterizzare la vita di una persona che si occupa per professione della salute mentale.
Vengono analizzati in modo pragmatico e realistico i fattori generali che caratterizzano la vita del terapeuta: i motivi determinanti della scelta professionale (soddisfazione, fattori personali ecc...), i problemi legati alla formazione ma anche gli aspetti esistenziali e peculiari quali l'isolamento come condizione che caratterizza l'attività professionale, gli effetti dell'attività psicoterapeutica sui rapporti interpersonali (familiari e sociali) alla luce anche degli 'eventi significativi' quali matrimonio gravidanza, trasferimenti, divorzio, lutti e malattie.
La parte più originale ed interessante è forse quelle legata alle difficoltà che possono malauguratamente insorgere nel corso della vita professionale:
l'insorgenza di 'menomazione delle capacità professionali' (malattie, suicidio, abuso di farmaci, condotte sessuali errate), insoddisfazioni personali e burn-out.
A proposito del burn-out, fenomeno di grande interesse e ampiamente documentato, viene fornito un quadro chiaro ed esauriente della definizione con il corollario sintomatologico da inquadrare nell'ambito della più generale teoria dello stress.
Questo testo è quindi un utile strumento di conoscenza e riflessione non solo per gli studenti, o coloro che sono all'inizio di un percorso formativo, ma anche per gli stessi terapeuti che, acquisita la veste ufficiale di 'guaritori', fanno fatica a riconoscere di non essere indenni dalle difficoltà e di aver bisogno a loro volta di aiuto, e fornisce consigli utili su come e quando superare le proprie difficoltà o 'crisi esistenziali' ricorrendo ad una adeguata supervisione.


> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 1524