Informazioni sulla schizofrenia

Share this
17 gennaio, 2013 - 18:06

Quasi sempre la schizofrenia comincia a manifestarsi in età giovanile, ma in realtà prima ancora che la malattia sia evidente è possibile cogliere alcuni tratti di carattere abbastanza tipici in chi poi si ammalerà. Da un lato si sa che gli adolescenti sono instabili, che hanno rapidi cambiamenti di umore, che possono essere scontrosi. Tutto questo può essere difficile per un genitore, ma è normale. D'altro canto, però, alcuni segni sono abbastanza tipici di chi sta per sviluppare la schizofrenia. 
Vediamoli:

1. Caduta di interesse brusca e immotivata per le cose e le persone.

2. Perdita del finalismo nel comportamento, ossia mancanza di continuità nelle decisioni e nelle scelte. 
Per esempio, il continuo volere cambiare scuola o lavoro senza progredire mai.

3. Ritiro inspiegabile dalle relazioni con gli altri.

4. Cambiamenti rapidi del carattere. E' vero che durante l'adolescenza il carattere cambia naturalmente, ma in genere non si tratta di modificazioni così brusche.

I primi sintomi della malattia
Se in casa sono passati inosservati i comportamenti di cui abbiamo appena parlato, è invece molto difficile non fare caso ai primi sintomi della malattia vera e propria. E' vero che talvolta la malattia avanza un po' alla volta, per cui i familiari possono non attribuire sufficiente importanza a quanto sta accadendo. 
Ad esempio, talvolta succede solo che il paziente mostra un restringimento dell'attenzione a una sola questione ("pensa sempre e solo a quello" notano i familiari).

Parlando con il paziente si scopre magari che ha elaborato delle sue teorie strane e poco comprensibili, del tutto prive di possibili applicazioni pratiche. Oppure prevale un cambiamento del comportamento, come isolarsi o trascorrere il giorno a letto stando sveglio di notte, oppure ancora il paziente sembra semplicemente "strano", perplesso, distratto e confuso.

Certe volte, invece, l'inizio della malattia è più brusco. Ecco alcuni comportamenti tipici di chi è all'inizio della malattia:

1. Sta chiuso in camera senza volere vedere nessuno. Ascolta musica tutto il giorno, oppure legge disordinatamente libri in realtà lontani dai suoi interessi precedenti, e di argomenti strani, come parapsicologia, magia, astronomia ect.

2. E' immotivatamente ostile nei confronti dei genitori o degli altri parenti.

3. Ha improvvisi scatti di intolleranza o di aggressività (qui link 3 verso prossime lezioni) verso i familiari o i vicini di casa.

4. Rifiuta di stare a tavola con gli altri, e preferisce mangiare da solo in camera, agli orari più strani.

5. Resta alzato fino a molto tardi o proprio non va aletto di notte. Magari si trasferisce in cantina, dove traffica con cose che non sa o non vuole spiegare.

6. Diventa improvvisamente sospettoso, convinto che qualcuno ce l'abbia con lui.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 746