L'abuso di sostanze psicoattive tra i minorenni detenuti in carcere

Share this
10 dicembre, 2012 - 19:52

 

L'aspetto legale della nostra realtà segnala l'incremento dell'aggressività, del comportamento antisociale, ma anche il notevole incremento del comportamento criminale dei minorenni. Quasi ogni ora un minorenne compie un reato penale e quasi ogni 10 giorni compie un omicidio oppure tenta di farlo. Del numero complessivo di tutti i reati commessi nell'anno 1996, quelli dei minorenni sono il 12,9 %, invece nel periodo 1992-1994 la percentuale sale al 15%. Secondo i dati della polizia, durante il periodo 1987-1996, i minorenni hanno commesso 211 omicidi, 199 tentati omicidi, 204 violenze carnali, 166 tentate violenze carnali e 1849 rapine a mano armata. Soltanto durante l'anno 1997 i minorenni hanno compiuto 18864 reati penali.

Le tre guerre (Slovenia, Croazia, Bosnia) alle quali non abbiamo partecipato ufficialmente, il devastamento economico del popolo (posto sia dalle guerre che dall'isolamento economico "l'embargo-a chi?"), la crisi morale e dei valori precedenti, la crisi delle famiglie, la società anomica, i mass-media, sono soltanto alcuni dei motivi probabili del così alto incremento dei reati penali compiuti dai minorenni. Altrettanto l'abuso di sostanze psicoattive, la voglia di sentirsi più comodi nella propria pelle, dimenticare tutto ciò che di spiacevole ci circonda, crearsi un mondo virtuale meno doloroso, hanno fatto sì che la delinquenza minorile sia aumentata significativamente.

 

Il nostro scopo è multidimensionale. La popolazione di detenuti esaminati conta 274 minorenni della Casa di rieducazione a Krusevac, una specie di carcere per minorenni, la più grande anche nella "vecchia" Yugoslavia. Di tutti i minorenni che hanno compiuto reato penale, l'85,9% diventa "ospite" della Casa di rieducazione per minorenni a Krusevac, e soltanto il 14,1% finisce nelle altre istituzioni simili a Beograd, Nis, Knjazevac, Subotica.

 

Abbiamo desiderato verificare:

 

 

 

 

 

 

  1. L'abuso di sostanze psicoattive e la sua implicazione sul commettere il reato penale
  2. L'abuso di sostanze psicoattive e la sua implicazione sulla gravità del reato penale compiuto
  3. Il significato dell'abuso di una o più sostanze psicoattive e l'implicazione sulla gravità del reato penale compiuto

 

I reati penali sono stati sistemati in tre categorie:

 

 

 

 

 

 

  • Il reato penale verso i valori materiali (rapine armate, riscatto)
  • Il reato penale verso il corpo (violenza carnale) e la vita (l'omicidio)
  • Ambedue i reati

 

Le sostanze psicoattive sono le seguenti:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Benzodiazepine
  • Analgesici (sopratutto narcoanalgesici-Trodon)
  • Alcool (birra, vino, grappa)
  • Le sostanze psicoattive volatili (benzina, colle)
  • Marijuana, Cocaina, Eroina

 

I dati sono tratti dalla documentazione medica e dalle interviste compiute con i detenuti minorenni.

 

L'osservazione ci ha permesso di rilevare i seguenti dati:

 

Tra tutti i minorenni esaminati, i reati penali verso i valori materiali sono presentati da 231 detenuti (84,30%), i reati verso il corpo e la vita da 34 detenuti (12,40%), ambedue i reati da 9 detenuti (3,30%).

 

 

 

 

 

 

 

1. L'abuso di sostanze psicoattive era presente in 109 detenuti minorenni (39,80%), ed invece in 165 detenuti (60,20%) non e' stata diagnosticata la presenza di abuso di sostanze psicoattive nè tramite l'anamnesi nè tramite la documentazione medica

 

 

 

 

 

2. Tra i minorenni detenuti che hanno fatto abuso di sostanze psicoattive, i reati penali verso i valori materiali sono presenti nella misura dell'83,50%, i reati penali verso il corpo e la vita nel 12,80%, e ambedue nel 3,70%

 

 

 

 

 

3. Tra i detenuti che hanno fatto abuso, la frequenza di minorenni che hanno abusato di una sostanza psicoattiva è stata 47 (43,10%), mentre la frequenza di quelli che hanno abusato di più di una sostanza psicoattiva è stata 62 (56,90%).

 

 

 

CONCLUSIONE:

 

 

  1.  

     

    1. L'abuso delle sostanze psicoattive tra i minorenni che hanno compiuto il reato penale è presente in alta percentuale, ma non è stata osservata una differenza significativa per la gravità del reato compiuto rispetto ai minorenni che non hanno fatto abuso (p>0,05 x2=0,124 DF=2).

 


 

 

 

 

 

 

  1. Reato verso i valori materiali
  2. Reato verso il corpo e la vita
  3. Ambedue

 

3. L'abuso di una o più di una sostanza psicoattiva non ha avuto alcuna interferenza sulla gravità del reato penale compiuto (p>0,05 x2=0,145 DF=1)

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 652