Intervista a V. Rapisarda, Università di Catania

Share this
3 dicembre, 2012 - 19:16

Domanda: Esiste ancora spazio nella psichiatria del futuro per la fenomenologia?
Risposta: A mio giudizio si, perché la fenomenologia è stata la disciplina filosofica più vicina alla psichiatria: è impensabile fare psichiatria senza filosofia.
Tra l'altro Pancheri, durante un simposio sul disturbo bipolare, è “arrivato” ad una conclusione meta-psichiatrica e meta-filosofica affermando che il nucleo centrale dell'animo umano è la depressione e che la mania rappresenta una sorta di situazione compensativa. Questo passaggio è fortemente impregnato del pensiero di Camus, uno dei rappresentanti più autorevoli della fenomenologia-esistenzialismo… 

Domanda: Lei recentemente ha curato una serie di scritti sulla pedofilia; nelle ultime settimane abbiamo assistito invece a dei figli che pongono in atto comportamenti violenti, anche estremi, nei confronti dei loro genitori……
Risposta: Nel simposio dedicato alla Consensus Conference sulla terapia della schizofrenia è nata una domanda sul dilagare della violenza giovanile e della violenza sui genitori; concordo con il richiamo alla prudenza e con l'invito ad evitare di fornire risposte da “tuttologi”. E' importante porre attenzione ad eventuali fenomeni di “contagio” e di imitazione anche rinforzati anche dai media che determinano in alcuni casi la mitizzazione degli autori di efferatezze (vedi anche la catena di suicidi attraverso l'inalazione dei gas di scarico delle automobili).Ritengo che il primo iniziale passo utile da compiere sia quello di spegnere i riflettori su questi personaggi…

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 1796