Intervista a M. DE BERARDINIS, MEMBRO DELLA SEZIONE MASS MEDIA E SALUTE MENTALE DELLA WPA, FIRENZE, ITALIA

Share this
30 novembre, 2012 - 16:48

 

Domanda: Da cosa è nata l'idea di questo Congresso, e con quali obbiettivi ed aspettative è stato organizzato?

 

Risposta: Questo Congresso non è altro che la prosecuzione di un discorso iniziato già da qualche anno con altri colleghi e sviluppato in altre sedi. Quest'anno c'è stata la possibilità di organizzare il Congresso qui in Italia, e di questo sono ben lieto. L'idea di fondo è che il soggetto è luogo di espressione, di raccordo, di elaborazione, di cambiamento e trasformazione di tutta una quantità di elementi. Bisognerebbe sfatare questa folle dicotomia che ancora si mantiene tra biologico e non biologico. Certamente che il pensiero è un fatto concreto, il problema è che su questo fatto concreto, che è costituito da chimica, elettricità, biologia incidono diversi fattori che non si possono ridurre a pochi psicofarmaci. I mass media sono solo uno degli elementi che giocano in questa interazione, quindi l'idea di trattare l'argomento e di richiamare intorno la questione l'attenzione. Da qui anche il fatto di avere invitato figure non strettamente specialistiche ma anche epistemologi, scrittori, artisti,letterati.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 695