INTERVISTA A ALESSANDRO LEONARDI

Share this
28 novembre, 2012 - 18:25

 

Intervistiamo il vincitore del premio Charcot per la miglior tesi in Sclerosi multipla dell'anno, dott. Alessandro Leonardi, medico specializzando della clinica Neurologica dell'Universita' di Genova .

Parlaci del premio che ti � stato assegnato.
Si e' trattato di un ex-equo con una tesi dell'Universita' di Napoli. Questo premio e' patrocinato dall'Associazione Giovani Neurologi e consiste in una serie di riconoscimenti alle tesi in tutti i piu' importanti campi della neurologia dalle demenze multiinfartuali appunto alle malattie demielinizzanti.
Di cosa tratta in sintesi la tua tesi?
La mia tesi, e non a caso anche quella della collega co-vincitrice, affronta il tema della sofferenza assonale in corso di patologia demielinizzante, poiche' questo e' senz'altro uno degli argomenti piu' interessanti e promettenti in materia. Infatti negli ultimi anni in letteratura emerge sempre piu' chiaramente l'evidenza che e' il momento in cui l'assone incomincia ad andare in sofferenza e' quello nel quale le malattie demielinizzanti divengono clinicamente gravi e irreversibili. Quindi cercare di bloccare il danno assonale potrebbe essere una strategia vincente nella lotta a queste patologie.
Che effetto ti ha fatto ricevere questo riconoscimento proprio qui nella tua citta'?
Credo che sia stata una grande soddisfazione anche per le persone con cui ho scritto questa tesi che erano presenti in aula. In particolare ringrazio il dott. Angelo Schenone per tutto il lavoro svolto insieme; vorrei dedicare questo premio ai miei genitori, a mio fratello e a Serena.
(M. Pizzorno).

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 1697