ATTIVAZIONE CEREBRALE DURANTE STIMOLAZIONE COGNITIVA MEDIANTE WISCONSIN CARD SORTING TEST - UNO STUDIO DI MRI FUNZIONALE SU VOLONTARI SANI E PAZIENTI SCHIZOFRENICI

Share this
4 ottobre, 2012 - 14:29

Volz et al.
Psychiatry Research 1997; 75: 145-157.

Attraverso la tomografia ad emissione di fotone singolo (SPECT) e la tomografia ad emissione di positroni (PET) � stato dimostrato che le regioni cerebrali frontali sono attivate durante l'esecuzione del Wisconsin Card Sorting Test (WCST). Inoltre, negli studi di brain imaging sulla schizofrenia, il WCST � considerato uno dei test standard per la valutazione dell'attivita' frontale. In questo studio l'attivazione cerebrale � stata valutata attraverso la Risonanza Magnetica Funzionale (fMRI). Nei volontari sani si � notata un'attivazione frontale lateralizzata a destra durante la stimolazione mediante WCST. Nei 13 pazienti affetti da schizofrenia cronica, in trattamento stabile con neurolettici, � stata notata una mancanza di attivazione della corteccia prefrontale di destra e tendenzialmente un'aumento dell'attivita' temporale di sinistra durante l'esecuzione del WCST rispetto ai controlli. Avendo utilizzato la tecnica ad una sola scansione, non � stato possibile ottenere informazioni sui patterns di attivazione delle regioni cerebrali adiacenti. Tuttavia, visto che la fMRI possiede una risoluzione spaziale superiore rispetto alla SPECT ed alla PET, nella misurazione delle scansioni la localizzazione anatomica degli effetti dell'attivazione pu� essere definita in modo pi� preciso. Al di la' di queste considerazioni metodologiche, sono discussi i risultati in relazione a precedenti rilievi di una ridotta abilita' dei pazienti schizofrenici di coordinare le funzioni cerebrali.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 625