Editoriale
il punto di vista di Psychiatry on line Italia
di Francesco Bollorino

Per un "polo" di neuroscienze in rete...il progetto editoriale di Neurology on line Italia

Share this
11 febbraio, 2013 - 12:50
di Francesco Bollorino

Da tempo ci stavamo pensando nella Redazione di POL.it Psychiatry on line Italia: affiancare alla Rivista che da 10 anni, in una costante evoluzione sempre in linea con i presupposti e gli intenti con cui è nata, si propone come il punto di riferimento indipendente per l'operatore psichiatrico in rete in Italia una iniziativa di pari livello in ambito neurologico, in una logica al passo con i tempi che consenta quell'approccio integrato ma non per questo non differenziato alle patologie e alle cure dei disturbi del cervello.
Non si tratta a parer nostro di "tornare alla Neurospichiatria" ma di aprirsi modernamente alle Neuroscienze nella misura in cui i "ponti" tra le due discipline e le ricerche più avanzate stanno a dimostrare che le separazioni "storiche" del passato debbono lasciare il posto ad una visione più moderna integrata non "ecclesiale" degli studi di molti disturbi.
Questo non significa per POL.it abdicare al suo ruolo di Rivista eminentemente psichiatrica significa semplicemente cheNOL.it Neurology on line Italia nasce con l'ambizione di lavorare ove ciò sia possibile in sinergia con la "sua sorella" psichiatrica - e per POL.it vale il reciproco, "l'epistemologia del link" la natura eminentemente "associativa e cooperativa" di ogni buona risorsa di rete ce lo consentiranno - e di ripercorrere, forte dell'esperienza pluriennale sul Web in ambito di comunicazione scientifica specialistica di chi la dirige, le strade che ne hanno decretato il successo nel tempo.
Questo articolo vuol essere un manifesto programmatico di un piano editoriale che contiamo nel tempo di portare vanti se le forze e le indispensabili collaborazioni necessarie alla sua riuscita saranno sufficienti alla bisogna.
Questo articolo vuol essere un manifesto programmatico di un piano editoriale che vorremmo "discutere con voi" per creare una rivista al passo con le esigenze e le aspettive dei suoi utenti che come è accaduto per POL.it edentifichiamo nei professionisti della Neurologia in Italia
Come vorremmo che fosse NOL.it?
Un mix di informazione e formazione nella misura in cui "chi va in rete" cerca equamente di soddisfare queste due esigenze e i dati, limitatamente a POL.it lo confermano in maniera inequivocabile.
Se da una parte cioè speriamo di poter costruire nel tempo singole sezioni specialistiche che coprano i molteplici ambiti dello studio e della cura dei disturbi neurologici costituendo a tale scopo un comitato scientifico all'altezza, dall'altra saremo sempre attenti agli aspetti informativi siano essi relativi a Congressi o a notizie in ambito scientifico siano essi correlati "al lavoro" in primis segnalando possibili assunzioni o concorsi.
Per POL.it è stata obiettivamente una formula "vincente" affinata nel tempo e costantemente migliorata speriamo che lo stesso accada per NOL.it.
Significativamente riteniamo lusinghiero che l'avvio dei lavori del sito sia contraddistinto dalal partecipazione al XXV Congresso della SIN a Genova con una copertura di giornalismo scientifico che in fondo rappresenta la sintesi delle due anime delal rivista: aggiornamento puntuale e informazione di prima mano.
Ci auguriamo che questo avvio sia foriero prima di tutto di contatti con potenziali collaboratori onde allargare e costruire una solida ed efficente redazione con cui condividere e portare vanti il progetto editoriale presentato in questa pagina.
Vorrei concludere queste righe riprendendo il tema con cui ho aperto il pezzo: la creazione di un Polo di Neuscienze in lingua italiana in rete.
E' un obiettivo ambizioso che, credo, nelle differenze potrà trovare sbocchi di sinergia importanti e al passo con i tempi. E' un obiettivo ambizioso a cui ci sentiamo tecnicamente e culturalmente preparati sta a voi che mi leggete il compito di aiutraci a trasformare un sogno in realtà seguendoci ma soprattutto collaborando attivamente alla vita delle due riviste.

> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 853