Editoriale
il punto di vista di Psychiatry on line Italia
di Francesco Bollorino

Il web compie dieci anni

Share this
11 febbraio, 2013 - 13:26
di Francesco Bollorino

Lo scorso 12 dicembre il World Wide Web ha compiuto 10 anni, è infatti in quella data, il 12 dicembre 1991, che il primo web server, istallato su di un mainframe IBM, venne attivato presso il Stanford Linear Accelerator Center (SLAC) dal fisico americano Paul Kunz (potete leggere l'intera storia dell'avvenimento seguendo il link): all'inizio, come molti sanno, era un affare tra scienziati, fisici in particolare, che pensavano di utilizzare tale nuovo strumento per la condivisione dei documenti e per la sua ipertestualità che consentiva di costruire percorsi tra i documenti presenti su computer diversi all'innizio all'interno di un singolo laboratorio e della sua LAN ben presto disseminandosi in tutto il mondo occidentale con le percentuali di crescita a tutti note; non a caso nella sua prima incarnazione il browser "inventato" da Tim Berners-Lee e Robert Cailliau al CERN di Ginevra aveva una interfaccia solamente testuale sviluppata su una macchina, il computer NeXT, bellissima, sfortunata creatura voluta da Steve Jobs dopo la sua uscita dalla Apple, forse troppo precorritrice dei tempi per poter avere il successo che avrebbe meritato.
L'uscita dai laboratori di ricerca e la sua "entrata nel mondo della gente comune", come per tutte le applicazioni di rete, ha determinato rapidamente il "cambio di uso" dello strumento che si è trasformato, anche e soprattutto per merito dell'aggiunta della grafica pochi anni dopo con la comparsa di MOSAIC, il papà di tutti i moderni browser web, nel più potente ed innovativo mezzo di comunicazione e diffusione dell'informazione in termini multimediali che la storia ricordi.
POL.it, nel suo piccolo, è figlia legittima di quella rivoluzione, ne ha seguito passo passo l'evoluzione sia in termini tecnici che di utenza: è nata come uno spazio libero ed indipendente, non legato ad alcun potentato ed ha nel tempo conservato e difeso queste caratteristiche guadagnando sul campo e per merito del successo che i suoi lettori le hanno tributato, una credibilità ed una popolarità che molti oggi ci invidiano e che pochi, al momento della sua nascita, avrebbero pronosticato.... così va il mondo.
Nell'avviare, con questo numero di gennaio 2002, l'ottavo anno di vita di Psychiatry on line Italia quel che posso dire ai nostri lettori, interpretando in questo il pensiero di tutta la redazione della rivista, è che il nostro impegno sarà sempre maggiore e che la nostra indipendenza sempre più solida e difesa senza compromessi, proprio perchè sorretta dal vostro consenso per la nostra linea editoriale che ha sempre voluto essere un mix di informazione, attualità e aggiornamento scientifico in una logica che rende POL.it unica nel panorama di offerte editoriali in campo psichiatrico in Italia fuori e dentro la rete.
E' un impegno difficile quello che ci siamo assunti, ma sono certo che ce la faremo:
voi direte che sono un sognatore, ma non sono l'unico..........

> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 747