REPORT SU CONGRESSO WPA 2016 A CAPE TOWN

Share this
22 novembre, 2016 - 08:34

La World Psychiatric Association (WPA)  e la South African Society of Psychiatrists (SASOP)  ospitano il Congresso WPA-internazionale a Cape Town, dal 18 al 22 novembre 2016, con il tema: "Psichiatria: cura integrante per la Comunità". 



Nel comunicato stampa di presentazione del Congresso della WPA si afferma che “..con questo incontro, la pratica della psichiatria a livello internazionale sarà orientate verso più decisivi passi su un nuovo corso che influenzerà la professione per gli anni a venire...”

 

Il Presidente del Congresso é il Prof Dinesh Bhugra dal Regno Unito, attuale Presidente della WPA e il Direttore del Congresso é l'attuale Presidente della SASOP (la Società degli psichiatri sudafricani), Dr Mvuyiso Talatala.

 

É la prima volta in assoluto che un Congresso Mondiale della WPA si tiene in Sud Africa. Alla conferenza partecipano più di 3000 psichiatri e altri professionisti della salute mentale provenienti da tutto il mondo.

"Questo convegno è destinato ad essere un incontro davvero unico," ha affermato Bernard Janse van Rensburg, Presidente eletto della South African Society of Psychiatrists e co-presidente del Comitato Organizzatore. "Speriamo di vedere presto un forte legame tra la società e psichiatria da tempo auspicato ed entro la fine di quest'anno, dovremmo porre le basi di un nuovo contratto sociale che coinvolga tutti gli attori in gioco".

 

I lavori del convegno si  articolano in quattro aree principali: neuroscienze, psicoterapia, impegno sociale e contesto culturale-religioso di cura.

 

Janse van Rensburg ha posto l’accento sulla necessità di un impegno sociale della psichiatria. "Le recenti gravi tensioni razziali in Sudafrica, riportate dai media – si legge nel comunicato stampa della WPA- sono in realtà presenti sotto soglia da molto  tempo. La psichiatria dovrebbe essere in una posizione centrale rispetto a queste tematiche sociali, impegnata non solo a recare beneficio ai singoli, ma anche a partecipare alla definizione delle nostre aspettative sociali e guidare il dibattito sulle questioni sociali verso soluzioni più costruttive".

Per questi motivi il tema dell’ impegno sociale è stato incluso come una delle quattro are principali della riunione WPA Cape Town 2016.

 

Altro tema fondamentale affrontato è  quello relativo agli ultimi sviluppi delle neuroscienze e  la conferenza ospita alcune tra le migliori menti nell’ambito della psichiatria, delle neuroscienze e della salute mentale, tra cui il Prof Henry Markram da Ginevra, fondatore dell'Istituto di mente cervello e il coordinatore del progetto Blue Brain (http://bluebrain.epfl.ch), che si pone l’obiettivo della mappatura dei neuroni e la simulazione del loro funzionamento con l’ausilio di un supercomputer. L’obiettivo, come si può comprendere, porterà, se raggiunto, a conseguenza dirompenti, paragonabili solo al progetto del  genoma umano.

Il  Prof Markram è originario proprio di Città del Capo, ora vive a Ginevra dove conduce le sue ricerche.

Un altro oratore di spicco al convegno è stato il Prof Andreas Meyer-Lindenberg, direttore del Central Institute of Mental Health a Mannheim, in Germania, famoso per il suo lavoro sugli indicatori genetici dei disturbi mentali.

 

Una particolare attenzione è stata posta alle problematiche africane della salute mentale:  non ci sono abbastanza psichiatri in Africa ed il maggior ostacolo per un approccio scientifico ai disturbi mentali è dato proprio dai complessi  contesti culturali, religiosi e spirituali che condizionano il rapporto delle persone con la propria salute, i disturbi e l’interpretazione che gli stessi assumono nei diversi contesti culturali.  Per questo motivo è stato introdotto il tema dell’analisi del contesto culturale-religioso di cura.

 

Tra gli altri oratori di spicco del convegno vanno citati: il Prof Wolfgang Gaebel da Dusseldorf, attuale Presidente della European Psychiatric Association ed esperto di valutazione schizofrenia e qualità dei servizi psichiatrici; il Prof Sir Simon Wessely, attuale Presidente del Royal College of Psychiatrists, noto, tra l'altro, per il suo lavoro sulla sindrome da stanchezza cronica e della salute mentale in ambito militare; il Prof Maria Oquendo, Presidente della American Psychiatric Association ed esperto di disturbi dell’ umore; il Prof Helen Herrman (Australia), attuale presidente eletto della WPA, noto per il suo lavoro con i giovani e la salute mentale primaria; così come Prof Vikram Patel, che vive in India, esperto di salute mentale globale, miglioramento dell'accesso alla salute mentale e promozione dei diritti umani.


> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 718