I MEDICI-GAY ed i pazienti LGBT di ogni medico!
Raccolta e analisi di casi personali, clinici, tra colleghi e di fantasie sull'omosessualità di medici e pazienti.
di Manlio Converti

Proposta di Legge per i Minori Intersessuali e Gender Variant

Share this
15 luglio, 2017 - 12:45
di Manlio Converti
In Italia dobbiamo ancora ufficializzare la completa Depatologizzazione dell'Omosessualità e garantire il Diritto al Coming Out, con effetti specifici sulla strutturazione di prevenzione e accoglienza in ambito sanitario, eppure possiamo già scrivere qualcosa di serio e di utile per una Minoranza di una Minoranza, fatta di Minori. Gli Intersessuali e i Gender Variant.

IN CODA IL LINK CON TUTTE LE DIAPOSITIVE DEL CONVEGNO SUL TEMA

Per chiarezza ricordo che i Minori Intersessuali sono quelli che NASCONO con genitali ambigui o con pattern ormonali o cromosomi sessuali non conformi. Questi ultimi sono più frequenti, fino a 1/400 nati ed hanno spesso problemi cognitivi (XXY, XO, XYY) Gli altri con un fenotipo ambiguo sono invece o XX o XY, non hanno problemi cognitivi e sono 1/10mila nati.

I Minori Gender Variant sono invece quelli che DICONO DI ESSERE DEL SESSO OPPOSTO, hanno genitali, ormoni e cromosomi conformi a XX oppure XY e sono 1/1000 nati. In effetti sono troppi, visto ce da adulto solo 1/10mila è tranessuale. In realtà data la confusione tra orientamento sessuale, ruolo e identità di genere la maggioranza dei Minori Gender Variant semplicementee gioca ad essere del sesso opposto. La maggioranza di loro da adulto sarà omosessuale o bisessuale, alcuni perfino eterosessuali. Tuttavia è importante trovare quei Minori Gender Variant in cui l'idea di cambiare genere persiste perché questi potranno usufruire di questa proposta di legge. Tutti quanti invece godranno della libertà d'espressione.

LA LEGGE ATTUALE VIETA OGNI MODIFICA ORMONALE O CHIRURGICA AI MINORI.
Tuttavia e paradossalmente ai Minori Intersessuali, nel perinatale, quando è impossibile chiedere il loro parere, i genitori e i pediatri chirurghi impongono una vera e propria MUTILAZIONE dei GENITALI, già sanzionata all'Italia a settembre 2016, scegliendo al posto loro che appartengano necessariamente ad un genere e a quale.
Obiettivamente ai Minori Intersessuali potrebbe interessare anche una terza opzione intermedia e questa andrebbe rispettata.
Allo stesso modo i Minori Gender Variant, che persistono nell'idea di cambiare genere, e che da adulti chiamiamo transessuali, in realtà solo raramente chiedono di modificare i genitali, restando spesso o almento in parte nella loro vita, con un corpo intermedio.

La Proposta seguente mette insieme questi due gruppi di Minori proprio perché entrambi affrontano, anche se da prospettive diverse, la modifica del proprio corpo partendo o arrivando a corpi intermedi.
A margine vorrei far notare che di fatto i Minori Gender Variant, che persistono nell'idea di cambiare il proprio corpo, sono anche loro in qualche modo Minori Intersessuali, che abbiano però spostata la rappresentazione ambigua nello psicologico. Siccome in effetti non esiste dissociazione mente-corpo se non nella nostra rappresentazione cartesiana della scienza e della filosofia, forse possiamo dire che gli Intersessuali sono tali per i Cromosomi, gli Ormoni, il Fenotipo esterno e interno dei genitali o per la condizione mentale non conforrme al proprio corpo.

PROPOSTA DI LEGGE PER MINORI INTERSESSUALI E GENDER VARIANT

 1) Inserire ufficialmente in anagrafica sanitaria e generale una terza voce oltre M ed F, ad esempio T per indicare Tertium Datur, come avrebbe apprezzato Ulrichs, primo teorico della comunità Lgbt.
 2) Vietare qualunque intervento ormonale, chirurgico, psicologico e sanitario contro la volontà del Minore, nel merito dell'assegnazione o conformazione del genere e dei genitali, nonostante il parere diverso dei genitori o dei pediatri chirurghi a meno di ragioni esiziali.
 3) Garantire il supporto psicologico al Minore Intersessuale o Gender Variant per aiutarlo a comprendere i termini della questione, i propri diritti e supportarlo qualunque siano le sue esigenze e le sue scelte definitive.
 4) Garantire il supporto psicologico ai Genitori, anche prima del parto nel caso dei Minori Intersessuali, e introdurli alle problematiche, alla presente legge ed alle possibili soluzioni nel rispetto dei propri figli e delle loro scelte.
 5) Garantire massima libertà d'espressione ai Minori nel merito del Genere, perché il contrario non cambierebbe il loro destino, ma aumenterebbe fino a venti volte il rischio di suicidio ed altre patologie psichiatriche ansioso-depressive.
 6) Una volta che i colloqui di psicologia abbiamo spiegato a tutti ogni questione e chiarito ansie e dubbi, a seconda della volontà espressa dal Minore Intersessuale o Gender Variant, che persista nella richiesta di cambiare il proprio corpo, si procederà o meno all'uso di Terapie Ormonali, secondo le loro richieste ed i loro bisogni. Queste possono servire per fermare l'adolescenza o per iniziare una adolescenza specifica. Non intervenire con gli ormoni non è un gesto neutrale dal punto di vista medico perchè risulta una violenza evitabile su un Minore che ha deciso di modificare il proprio Genere. In questi casi vanno continuati i colloqui con psicologi, altrimenti i Minori escono fondamentalmente da questo processo legislativo.
 7) Qualora tutto il precedente percorso chiarisse la volontà del Minore di essere di un genere specifico diverso dalla sua attuale condizione si procederà successsivamente alla terapia ormonale anche alle necessarie modifiche chirurgiche, ma stavolta con il consenso dei genitori. Il gesto chirurgico non è neutrale e seppure compiuto su minori darebbe risultati oggettivamente migliori, a differenza della terapia ormonale la sua assenza non produce grandi modifiche significative se appunto si attua la suddetta terapia con ormoni.
 8) Nel caso del Minore Intersessuale ormoni e chirurgia possono essere usati anche solo per migliorare funzioni ed estetica dei genitali, anche nel caso in cui chiedano di restare nella condizione Terza di Intersessualità.
 9) Qualora si procedesse alla variazione di Genere, con o senza la modifica dei Genitali, i Minori possono chiedere la rettifica anagrafica dell'indice M/F/T di cui al primo paragrafo scegliendo quello a loro psicologicamente più gradito.
 10) Ogni altra disposizione o legge precedente che entri o possa essere estesa a questo campo è abrogata rispettivamente del tutto o nel merito La finalità della legge è di garantire la completa consapevolezza ed emancipazione dei Minori Intersessuali e Gender Variant impedendo gli abusi, i maltrattamenti e le mutilazioni genitali a cui finora sono stati sottoposti.

DIAPOSITIVE PER CONVEGNO SUL TEMA

> Lascia un commento