CODICE ETICO ISHMO PER LA PRATICA DI SERVIZI DI SALUTE MENTALE ONLINE (3 luglio 2000)

Share this
1 ottobre, 2012 - 14:42

 


PRINCIPISUGGERITI DA ISMHO/PSI PER LA CURA ONLINE DI SERVIZI DI SALUTE MENTALE.
TheInternational Society for Mental Health Online - ISMHO - 1997
http://www.ismho.org/

traduzione a cura di GENNARO ESPOSITO, counselor online (genesp@libero.it)


LíISMHO ha ratificato questi principi apartire dal 9 Gennaio 2000. Questa è líunica versione ufficialeratificata.

I servizi di salute mentale online spessodispongono di servizi di salute mentale tradizionali elargiti di persona,ma qualche volta sono gli unici mezzi di trattamento. Questi suggerimentisi indirizzano solo a quelle questioni che si riferiscono direttamentealla fornitura di servizi di salute mentale online. Problemi di tecnicaterapeutica sono esclusi dagli scopi di questo lavoro.

I termini ìservizioî, ìclienteî, e ìterapeutaîsono usati per una maggiore semplicità  e una maggiore comprensione.Con il presente documento non intendiamo mancare di rispetto per la tradizioneo per gli aspetti singolari di qualunque disciplina terapeutica.


1.Consenso Informato.

Il cliente dovrebbe essere informato preventivamenteche ricevera' un servizio di salute mentale online. In particolare, ilcliente dovrebbe essere informato sulle modalita' tecniche, sul terapeuta,sui rischi potenziali ed sui benefici potenziali di questo servizio, perla salvaguardia da quei rischi, e sulle eventuali alternative a questiservizi.
 

A)MODALITA' TECNICHE DEL SERVIZIO

1) Possibili Incomprensioni.

Il cliente dovrebbe essere edotto che sonopossibili delle incomprensioni nell'uso di modalità basate sullascrittura come con le e-mail (dato che sono assenti gli elementi non verbali) ed anche con la videoconferenza (dato che la lunghezza di banda èsempre limitata)

2) Il tempo di risposta.

Una questione specifica alla fornituradi servizi di salute mentale online, che usa una comunicazione asincrona(non in tempo reale), è il tempo di latenza tra invio e risposta.Il cliente dovrebbe essere informato su quanto tempo passerà peravere una risposta dopo líinvio dellíe-mail.
 

3)  Privacy del terapeuta.

La privacy è più una questioneonline che della persona. Il terapeuta ha diritto alla sua privacy e potrebbedesiderare di restringere líuso di qualunque copia o registrazione cheil cliente fa delle sue comunicazioni.Vedi in basso sulla privacy del cliente.
 

B)IL TERAPEUTA

Quando il cliente ed il terapeuta non siincontrano di persona, il cliente potrebbe avere minori possibilitàper valutare il terapeuta  e decidere se entrare o no in una relazioneterapeutica.

I. Nome.
Il cliente dovrebbe essere informato delnome del terapeuta. Líuso di pseudonimi è comune online, ma il clienteha il diritto di conoscere il nome del terapeuta.
 

II. Le Qualifiche

Il cliente dovrebbe essere informato sullequalifiche/credenziali del terapeuta. Esempi di qualifiche base sono lauree,diplomi ed abilitazioni. Il terapeuta potrebbe anche decidere di fornireinformazioni supplementari riguardo a competenze specifiche o specializzazionio perfezionamenti.

III. Confermare i propri dati personali.

Affinchè il cliente possa avere conferma delle qualifiche del terapeuta, il terapeuta dovrebbe fornirei numeri telefonici o l'indirizzo della pagina Web della struttura sanitariadove opera professionalmente.
 

C)POTENZIALI BENEFICI

Il cliente dovrebbe essere informato suipotenziali benefici nel ricevere un servizio di salute mentale online.Questo include entrambi i casi in cui il terapeuta considera appropriati i servizi di salute mentale online  ed i possibili vantaggi nel forniretali servizi online. Per esempio, i benefici potenziali dellíe-mail potrebberoincludere:
· Poter inviare e ricevere messaggiin qualunque momento del giorno o della notte.
· La non necessità di doverlasciare messaggi ad intermediari.
· Oltre ad evitare intermediari,anche i messaggi vocali e i messaggi telefonici.
· Poter prendere tutto il temponecessario per comporre il proprio messaggio ed avere   il tempoper riflettere su di esso prima di spedirlo.
· Avere automaticamente un archiviodi comunicazioni a cui fare riferimento in seguito.
· Sentirsi meno inibito che nellasituazione faccia-a-faccia.

D)RISCHI POTENZIALI

Il cliente dovrebbe essere informato suirischi potenziali nel ricevere un servizio di salute mentale online. Peresempio, i potenziali rischi dellíe-mail potrebbero includere:
· che i messaggi non vengano ricevuti.
· che possa essere infranta laprivacy
Le e-mail potrebbero non essere ricevutese vengano mandate allíindirizzo sbagliato (e cio' potrebbe infrangereanche la privacy) oppure il terapeuta potrebbe non accorgersi dellíinvio.La privacy potrebbe essere infranta da hacker o da  provider di serviziInternet o da persone con accesso allíaccount del cliente o del terapeuta,oppure direttamente al computer. Ulteriori salvaguardie dovrebbero essereprese in considerazione quando il computer è condiviso con altrifamiliari, studenti, etc.

E)PRECAUZIONI

Il cliente dovrebbe essere informato sulleprecauzioni che sono state prese dal terapeuta e che possano essere preseda se' stesso contro i potenziali rischi.
Per esempio:
· Una ricevuta di ritorno puòessere richiesta quando si invia un e-mail;
· Una password può essererichiesto per líaccesso al computer o, più sicuro, ma anche piùdifficile da organizzare è líuso di una password criptata.

F)ALTERNATIVE

Il cliente dovrebbe essere informato sullealternative al servizio di salute mentale online. Per esempio, altre opzionipossano includere:
· Ricevere servizi di salute mentaledi persona (faccia-a-faccia);
· Parlare con un amico o membrodella famiglia;
· Fare esercizio fisico o meditare;
· Non fare niente.

G)DELEGHE

Alcuni clienti non sono in condizioni diaccettare un trattamento di salute mentale. In quei casi, il consenso dovrebbeessere ottenuto da un genitore, o da chi ne fa le veci o altra personaautorizzata e líidentità di tale persona dovrebbe essere verificata.


2.Procedure operative standard

In generale il terapeuta dovrebbe seguirele stesse procedure, sia quando fornisce un servizio di salute mentaleonline sia quando lo fa di persona.
In particolare:
 

A. Confini di competenza.

Il terapeuta dovrebbe rimanere entro iconfini di sua competenza e non tentare di affrontare un problema onlinese non affronterebbe lo stesso problema di persona.

B. Requisiti per esercitare.

Il terapeuta dovrebbe avere tutti i requisitinecessari (per esempio: essere abilitato) per fornire un servizio di salutementale da dove risiede. Infatti, anche i requisiti da dove il clienterisiede possano essere necessari per rendere il trattamento legale.

C. Struttura del servizio online.

Il terapeuta ed il cliente dovrebbero concordaresulla frequenza e sul modo di comunicazione, il metodo per determinarelíonorario, il preventivato costo per il cliente, il metodo di pagamento,etc.

D. Valutazione.

Il terapeuta dovrebbe valutare accuratamenteil cliente prima di intraprendere un trattamento online. Il cliente dovrebbecapire che tale valutazione può essere inficiata o resa possibiledalla comunicazione online.

E. La privacy del cliente.

La privacy del cliente dovrebbe essereprotetta. Informazioni che riguardano il cliente dovrebbero essere rilasciatesolo con il permesso scritto del cliente. Il cliente dovrebbe essere informatodi qualunque eccezione a questa regola.

F. Registri.

Il terapeuta dovrebbe tenere un registrodel trattamento online. Se quei registri contengono copie o registrazionidi comunicazioni con il cliente, il cliente ne deve essere informato.

G. Linee guida stabilite.

Il terapeuta dovrebbe seguire le regolee altre linee guida stabilite (come quelle di organizzazioni professionali)che si applicano al suo caso.


3.Emergenze.

(a) Procedure.

Dovrebbero essere discusse le procedureda seguire in caso di emergenza. Queste procedure dovrebbero specificarela possibilità che il terapeuta potrebbe non ricevere immediatamenteuna comunicazione online e potrebbe coinvolgere un professionista di appoggiolocale.

(b) Appoggio locale.

Un'altra questione specifica del trattamentoonline è che il terapeuta può essere a grande distanza dalcliente. Questo può limitare le capacità del terapeuta dirispondere ad uníemergenza. Il terapeuta dunque dovrebbe in questi casiottenere il nome ed il numero di telefono di un professionista qualificatolocale (che preferibilmente conosce già il cliente, come per esempioil proprio medico curante).

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 463