Intervista a: ON. LIVIA TURCO

Share this
5 dicembre, 2012 - 16:04

 

Domanda: Oggi ha parlato di prevenzione come di un obiettivo fondamentale, su cosa focalizzerebbe gli interventi?

 

Risposta: Come dicevo questa mattina per me è molto importante puntare a coltivare le abilità e le capacità dei giovani!

Io sono nata e cresciuta in un paesino del Cuneese e ancora mia nipote di 21 anni vive e lavora lì, per questo non penso solo alle grandi città, non ci sono solo Milano o Roma quello che mi viene in mente sono gli ottomila piccoli comuni. I ragazzi se prima stanno insieme in parrocchia e grazie allo sport, poi cominciano ad andare in discoteca e ballano, stanno fuori in compagnia fino a tardi, divertendosi anche molto, ma poi se si stufano anche di questo cosa fanno?!! Questi ragazzi non sanno che fare, io ho l'immagine della noia!!

E a questo che penso quando parlo di prevenzione, bisognerebbe fare una politica di sostegno alla creatività dei giovani e responsabilizzare maggiormente gli adulti. Mi rivolgo ai genitori, agli insegnanti, ma in questa sede soprattutto ai sindaci perchè creino spazi per i giovani gestiti dai giovani dove possano stare insieme, confrontarsi, come, ad esempio, suonare, dipingere, scambiarsi le idee. Non è giusto che sia solo il mercato ad offrire delle alternative. Per bloccare sul nascere le tentazioni devianti bisogna intervenire provincia per provincia, quartiere per quartiere, stimolando i loro interessi e la loro creatività.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 477