Presentazione del progetto

Share this
3 dicembre, 2012 - 19:08

 

Considerazioni generali.

Pur se nata circa 30 anni fa la Rete ha avuto la sua esplosione e la sua consacrazione quale nuovo medium a diffusione planetaria solo circa 3 anni fa con la nascita del WEB, il sistema di comunicazione e scambio ipertestuale ed ipermediale che ha di fatto trasformato INTERNET da strumento di comunicazione fondamentalmente accademico ( e in ogni caso numericamente limitato) nel fenomeno di massa e "di moda" che e' sotto gli occhi di tutti.
In realta' al di la' delle facili fascinazioni massmediologiche INTERNET resta e sempre piu' diverra' in futuro uno straordinario ed innovativo strumento di comunicazione integrata che sempre piu' e' destinato ad entrare nella quotidianeita' d'uso di fascie sempre piu' vaste di popolazione e certamente di chi lo usa come supporto tecnologico al proprio lavoro.
La medicina ed in generale la comunita' scientifica internazionale possono trovare, nell'uso avanzato delle nuove tecnologie di rete, nuova linfa per uno sviluppo della conoscenza e della trasmissione rapida dell'informazione in una logica che prescinda, per la natura stessa dello strumento, dalla dimensione nazionale senza per altro tralasciare quelle che possono essere "le ricadute locali" dell'uso del Net a livello della qualita' del proprio lavoro e della propria formazione permanente.
La crescita degli utenti della rete e' esponenziale e a questo processo non si sottrae la psichiatria, ma per la novita' del mezzo, per la obiettiva scarsa dimestichezza con lo stesso, per molti la rete resta uno strumento di fruizione passiva e non di attivo uso all'interno del proprio percorso professionale.
Che ci sia pero' un interesse crescente nella necessita' di esplorare i confini sempre in movimento di queste nuove tecniche del comunicare e' dimostrato, in ambito medico, dal fatto che non vi e' praticamente convegno che non riservi uno spazio alla rete ed al suo uso all'interno di quella branca del sapere.
Riteniamo sia giunto il momento pero' di dedicare alla Rete ed al suo uso un momento specifico di confronto e di valutazione, elevando INTERNET e la sue applicazioni a tema centrale di un convegno, il primo di questo genere organizzato al mondo in ambito psichiatrico uno dei pochi fino ad oggi in assoluto organizzati nell'ambito della medicina.
Da queste considerazioni nasce il nostro progetto di portare a Genova nel prossimo febbraio i piu' imporatti studiosi internazinali e i piu' attivi utilizzatori del net in ambito psy allo scopo duplice di avviare un confronto tra le diverse esperienze maturate e di attivare un dibattito allargato e naturalmente internazionale sull'uso del Net come strumento di lavoro quotidiano per l'operatore del settore.

CARATTERISTICHE SPECIFICHE DEL PROGETTO.

E' nostra intenzione nei due giorni del convegno offrire ai partecipanti un quadro completo ed aggiornato della realta' di rete riguardo all'area psy tutta.
Al tempo stesso e' nostra intenzione, sfruttando le possibilita' offerte dalla tecnologia e dalla logistica, permettere un acccesso ai lavori del convegno anche via rete ( sarebbe la prima volta che cio' accade in ambito psichiatrico internazionale), in questo senso la sponsorizzazione tecnica e finanziaria di "NETSCAPE Communication" ci permettera' l'utilizzo delle piu' avanzate ed innovative tecniche di comunicazione.
La preparazione stessa del convegno avverra' oltre che attraverso i tradizionali canali anche e soprattutto attraverso la rete: il Dipartimento ha aperto specifiche pagine su INTERNET dedicate al congresso sul proprio server di rete, in tali pagine è possibile trovare le informazioni sul convegno, gli abstracts, il modulo di iscrizione allo stesso on line, il modulo di iscrizione alla mailing list del congresso "Genua98@psichiatria.unige.it" dove chi interessato può scambiarsi opinioni sui temi che poi "fisicamente" verrano sviluppati durante le due giorante di lavoro. Tali pagine inoltre sono "mirrorizzate" ossia riprodotte integralmente nella loro versione italiana ed inglese ( le due lingue ufficiali del congresso) presso altri "siti amici" sparsi per il mondo aumentando a dismisura cosi' la possibilta' di diffusione dell'informazione sull'evento.
Il numero massimo di partecipanti previsto e possibile e' di 350 persone ( capienza massima dell'aula magna di Genova), prevediamo la richiesta di una tassa di iscrizione di 200.000 lire ( circa 115 USD ), il minimo che abbiamo dovuto stabilire per garantirci una copertura delle notevoli spese di organizzazione. 
In questo senso noi proponiamo all'utenza potenziale e agli sponsor l'idea di un congresso che proprio per l'esiguatà della tassa di iscrizione sia "povero di gadgets" ma ricchissimo di "contenuti", in una logica che faccia prevalere l'offerta di due giorni di lavoro proficuo piuttosto che di due giorni di vacanza: e' una scelta di frontiera ma che crediamo sia la chiave di successo della nostra iniziativa ( da qui la scelta di rinunciare volutamente a tutto cio' che e' superfluo rispetto al contenuto, concentrando lo sforzo finanziario nel pagamento, per esempio, dei viaggi ai relatori internazionali, piuttosto che offrendo rinfreschi luculliani, cui non siamo "ideologicamente contrari" ma che nell'ipotesi di lavoro che abbiamo esposto hanno obiettivamente una collocazione secondaria rispetto agli sforzi economici da concentrare sulle valenze culturali e contenutistiche dell'evento - e' chiaro per altro che nulla vieta le aggiunte di servizi , dopo che si siano raggiunti gli obiettivi primari e la loro integrale copertura finanziaria).

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 418