Editoriale
il punto di vista di Psychiatry on line Italia
di Francesco Bollorino

Novità da Genova, Italia

Share this
11 febbraio, 2013 - 14:32
di Francesco Bollorino

Con alacrità il lavoro di implementazione delle nuove pagine di POL.it sta procedendo con il contributo dei membri della redazione telematica della testata; è un programma che, come detto nello scorso editoriale, proseguirà nel tempo indipendentemente dall'uscita cadenzata della rivista per le sue componenti, come questa, ad aggiornamento mensile.

Il corpo redazionale della Rivista, aperto a quanti sulla rete vogliano collaborare al suo progetto, nello spirito di cooperazione intellettuale proprio dello strumento che usiamo, spera di riuscire a rendere POL.it la chiave di accesso preferita, perchè valida, al NET per la Psichiatria Italiana e proprio in questa ottica, credo sia giusto oggi dare lo spazio che meritano a due iniziative arrivate ai blocchi di partenza, orchestrate dal Dipatimento di Scienze Psichiatriche dell'Università di Genova: mi riferisco all'avvio ufficiale dei lavori preparatori del Convegno Internazionale "INTERNET & SALUTE MENTALE" e all'attivazione del nodo di rete dipartimentale che pone il Dipartimento all'avanguardia nel panorama psichiatrico italiano.

Procediamo con ordine:
LOGO CONGRESSOnel prossimo febbraio 1998, precisamente nel weekend del 7 e 8 si terrà a Genova, nell'Aula Magna ( e strutture attigue) della Facoltà di Medicina e Chirurgia, il primo convegno "Internet & Salute Mentale", una grande occasione di confronto e verifica sull'uso del NET in ambito psichiatrico e come strumento di lavoro e comunicazione e come mezzo di diffusione culturale.
Abbiamo ricevuto in questi giorni segnali positivi dalle Associazioni di Categoria per un patrocinio ufficiale dell'evento che desideriamo significhi collaborazione attiva e partecipe e contiamo, con il contributo fondamentale degli sponsor che sembrano mostrare interesse alla nostra iniziativa, di portare a Genova prestigiose testimoninaze italiane e straniere nel campo della psichiatria in rete, all'interno di un programma di lavoro che qui presento in bozza, quale stimolo alla discussione e base di partenza per il Comitato Scientifico-Organizzativo che a breve produrrà il progetto definitivo che verrà inserito nella brochure di presentazione che diffonderemo capillarmente a livello italiano e non: contiamo su di una partecipazione numerosa, attenta e attiva ( nel senso di presentazione di contributi ) da parte della comunità psichiatrica italiana e speriamo di poter offrire l'iscrizione gratuita ai lavori del Convegno.
 Il Congresso ha un significativo sottotitolo che icasticamente racchiude in sé il senso dell'evento:
“Dall'alfabetizzazione all'utilizzo avanzato delle nuove tecnologie di comunicazione”.
Nel febbraio scorso si tenne a Montesegale una riunione preparatoria organizzata tra i membri della mailing list "psic-ita", tale riunione predusse un documento sui temi base del Congresso che ora ripropongo, con qualche personale chiosa aggiuntiva:
1. Rapporto attuale tra Internet e Salute Mentale nel campo dell'assistenza terapeutica psichiatrica, psicologica e sociale.
in questa sezione verrano presentate relazioni sull'uso degli strumenti di rete nel campo del lavoro in ambito psy, verranno forniti dati sull'uso di INTERNET e presentati i risultati fino ad ora conseguiti sia in Italia che all'Estero )
scritta esplicativa2. Prospettive future del rapporto tra Internet e Salute Mentale: miglioramento della qualità professionale psichiatrica e psicologica.
( è la sezione dove verranno presentate relazioni connesse all'uso del NET quale strumento di formazione ed informazione, hanno già garantito la loro presenza Ben Green editor dell'edizione internazionale di POL e Giovanni Torello, editor dell'edizione brasiliana oltre a Everett Patrick Shareck, già Web Master dell'edizione on line del New England ed ora responsabile della versione in rete di JAMA )
3. Servizi di Salute Mentale, Servizi Ospedalieri e di Comunita': esperienze a confronto.
(è la sezione dedicata ai progetti e all'esame delle problematiche specifiche delle singole aree dell'operare psichiatrico, la rete come mezzo di integrazione e sviluppo della comunicazione, la rete per una maggiore efficenza dei servizi, la rete come strumento di risparmio nei costi di gestione al servizio della qualità del risultato)
4. Cooperazione e confronto nei Newsgroups e nelle Mailing Lists come gruppi di lavoro perennemente attivi.Limiti e vantaggi. 
( è la sezione dedicata all'analisi delle esperienze italiane e straniere nel campo dello strumento principe della comunicazione di rete: la posta elettronica, la via attraverso cui si realizza il sogno dell'accorciamento delle distanze e della nascita del villaggio globale, con il supermento delle frontiere geografiche e forse con la possibile nascita di una nuova cultura cooperativa e transnazionale, hanno dato la loro disponibilità ad oggi Myron Pulier e Ivan Goldberg, artefici e coordinatori delle principali mailing list psichiatriche USA, che metteranno a confronto la realtà del loro paese con le esperienze maturate in Italia)
5. Cyberpatologia e aspetti psicologici ed epistemologici dell'uso della rete.
( in questa sezione verrà dato spazio alle problematiche psicologiche connesse all'uso della rete e della realtà virtuale, sono previsti anche contributi di filosofia della comunicazione e di analisi del significato che questi nuovi strumenti hanno e potranno avere sullo sviluppo della società e della comunicazione umana)
6. Internet: istruzioni per l'uso. Alfabetizzazione e corsi di formazione.
(in questa sezione troveranno spazio presentazioni di nuovi strumenti avanzati per l'uso della rete, si indagherà sulle nuove frontiere che la tecnologia propone, verranno organizzati corsi, in aule attrzzate alla bisogna e per gli utenti maturi interessati a nuove applicazioni e per i principinati che vogliano sfruttare l'occasione del Congresso per appredere i segreti di un uso professionale di hardwaree software )
In aggiunta a queste informazioni credo sia opportuno sottolineare che l'intero convegno sarà "on line" sia nella sua fase preparatoria, nel senso che attraverso apposite pagine sarà possibile non solo avere informazioni e leggere il programma definitivo con i nomi dei relatori, l'oraganizzazione logistica delle giornate congressuali, gli orari delle relazioni e delle tavole rotonde etc., ma anche procedere on line all'iscrizione al Congresso e vedere pubblicati gli abstracts dei contributi via via che essi perverranno alla segreteria scientifica del Congresso, che curerà la loro immissione sul NET; sia nella sua fase di espletazione pratica, nel senso che la disponibilità diretta di un accesso alla rete permetterà una partecipazione " a distanza" per quanti fossero impossibilitati ad una presenza fisica ai lavori, che verranno " messi in rete" in tempo reale dall'equipe tecnica che fa capo al Dipartimento organizzatore, che tra le latre cose attiverà entro giugno una specifica mailing list ( "congresso") per permettere a tutti i soggetti interessati di discutere i temi del convegno e di avere rapidamente nozione delle novità concerneti l'evento.

Passando la secondo argomento di questo editoriale, sono;lieto di annunciare che entro la fine di questo mese, come accenavo più sopra, il Dipartimento di Scienze Psichiatriche dell'Università di Genova disporrà di un proprio server con funzioni di nodo di rete e conseguente totale autonomia gestionale delle proprie attività sul Net. Cosa significherà questo per la psichiatria italiana?

Prima di tutto un esperimento che ci auguriamo venga ripreso anche da altre istituzioni, la rete infatti è intrinsecamente decentrata e decentrabile solo avendo più punti di partenza potrà essere costruita un avera rete psichiatrica italiana, Genova in questo vuole proporsi come modello e stimolo per l'intera comunità psichiatica della Penisola, offredosi primariamente come fornitrice di servizi avanzati a disposizione e al servizio di un progetto ( quello della diffusione di questi strumenti di comunicazione) che vedrà il Convegno come un momento speriamo di ulteriore lancio e promozione.

In questa ottica attiveremo al più presto una serie di mailing list, da tempo annunciate: una dedicata alle Comunità Terapeutiche, una dedicata alle Tossicodipendenze, una, come già detto, dedicata al Congresso ed una infine vista come canale di diffusione rapida di informazione in mabito psichiatrico e piscologico denominata "psy-info" per la quale contiamo di avere il supporto delle Associazioni di Categoria. Come ha sempre fatto fino ad ora POL.it supporterà tale iniziativa inserendo nelle proprie pagine la form di accesso alle liste del Dipartimento e a quante altre liste attive nella nostra area culturale vorranno avere un appoggio, che i lusinghieri dati di accesso alla testata, dimostrano essere uno dei siti psichiatrici più frequenati d'Italia.

In una logica di servizio infine, sul server del dipartimento verrano attivati databases consulatibili via web dove raccoglieremo i dati delle comunità terapeutiche e quelli dei servizi territoriali allo scopo di costruire nel tempo una sorta di carta dei servizi nazionale, computerizzata e di facile consultazione.

Penso di fermarmi qui, per ora, dal momento che ambedue gli argomenti di questo Editoriale avranno necessariamente spazio ulteriore di discussione ed approfondimento nei prossimi numeri diPOL.it.

> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 688