Documento sulla formazione dei medici specialisti nella UE. Requisiti per la specializzazione di Neurologia

Share this
28 settembre, 2012 - 22:51

Proposta per la sostituzione del precedente documento approvato a Marsiglia nelSettembre 1995

Revisione dopo il meeting di Siviglia nel Settembre 1998

(da "L'Informatore della S.I.N. (Società Italiana di neurologia) Anno IV, n° 3 - Dic. '99)

 

ARTICOLO1 - AUTORITA' CENTRALE DI MONITORAGGIO PER LA NEUROLOGIA A LIVELLO U.E.

1.L'autoritàcentrale di monitoraggio per la specializzazione è l'EuropeanBoard of Neurology (EBN), che si è costituito a Roma nel Dicembre1996: L'EBN è un gruppo di lavoro consultivo della Sezione di Neurologiadell'UEMS. Potrà comunicare con il Bureau esecutivo dell'UEMS tramitela Sezione di Neurologia.

OBIETTIVI

-I fini dell'EBN sono i seguenti:

1.1.Assicurarsi che sia erogata un'attività assistenziale pubblica inambito neurologico di alto livello nei paesi della Comunità Euro­pea/AreaEconomica Europea tramite le seguenti risorse:

1.1.1.Raccomandaredegli standard di formazione per il training in Neurologia.

1.1.2.Fornireuna descrizione chiara dei requisiti per le strutture di formazione e pergli specializzandi in Neurologia, in collaborazione con l'Autoritàlocale in Neurologia, Consiglio Nazionale e Società ScientificheNazionali.

1.1.3.Implementarela possibilità di scambio per gli apprendisti fra le strutture diformazione riconosciute.

1.1.4.Raccomandaredegli standard per valutare equamente le strutture, soggetti alla loroapprovazione ed in collaborazione con l'Autorità locale di Neurologia,Consiglio Nazionale e Società Scientifiche Nazionali.

1.1.5.Studiareed informare riguardo il bisogno di manodopera della Comunità Europea,in collaborazione con l'Autorità locale di Neurologia, ConsiglioNazionale e Società Scientifiche Nazionali.

1.1.6.Creareun Consiglio di Qualificazione Europeo (EBQ).

2.Gli standard per il riconoscimento delle strutture di formazione e degliinsegnanti seguono le regole di formazione del Consiglio Nazionale. LaEBN ha valutato le

regoledi formazione di diversi paesi e ha stilato delle raccomandazioni per irequisiti minimi che devono essere raggiunti per essere confermati comeIstituto Europeo di formazione in Neurologia.

3.La EBN emetterà certificati di riconoscimento europeo per strutture/programmidi formazione.

4.La EBN creerà un programma per assicurare la qualità dellaformazione nella specializzazione.

5.La EBN rilascerà inoltre un certificato individuale di riconoscimentodi qualità della formazione, qui chiamato RQ (RQ è facoltativoe non costituisce un impedimento al trasferimento in paesi con mutuo riconoscimentodi formazione per la specializzazione).

6.Un comitato di manodopera istituito dalla EBN affronterà la pianificazionedella forza lavoro

 

ARTICOLO 2 - ASPETTI GENERALI DELLA FORMAZIONE

1.Gli insegnanti e le strutture di formazione selezionano e nominano gliapprendisti che sono idonei alla formazione in Neurologia. Al fine di individuaregli individui più idonei per questa specializzazione i principidi sele­zione dovrebbero essere istituiti su base nazionale.

Questa procedura di selezione deve essere trasparente e l'applicazione deve essereaperta a tutte le persone che hanno completato la formazione di base inMedicina.

2.Un totale di 6 mesi di formazione è obbligatorio pri­ma dellaregistrazione come Neurologo clinico. Un periodo di formazione clinicagenerale dovrebbe precedere la formazione in Neurologia e specializzazionicorrelate e dovrebbe comprendere il contatto con i pazienti ed includereun discreto numero di ricoveri in acuto non selezionati. Questo periododo­vrebbe includere quel periodo di training dopo l'Universitàe prima dell'abilitazione alla libera professione che esiste in alcunipaesi.

3.La durata minima della formazione dovrebbe essere 5 anni per la Neurologiae le specializzazioni correlate. Durante questo periodo il training deicandidati può essere effettuato in strutture differenti se sonoriconosciute a livello nazionale come struttura di formazione certificatadall'EBN.

4.Il contenuto dei programmi di formazione è prima responsabilitàdei Consiglio Nazionale. I programmi saranno in linea con quanto raccomandatodall' EBN.

4.1Il programma di formazione deve includere un minimo di 3 anni in NeurologiaClinica(compresaNeurologia Infantile, Neuroriabilitazione, Terapia Intensiva ed Emergenzeriguardo pazienti neurologici).

4.2.Unperiodo in Neurofisiologia è caldamente raccomandato. Un periododel training in Medicina Interna, Psichiatria o Neurochirurgia, dovrebbeessere considerato in quei paesi dove non è obbligatoriocomeparte del precedente periodo di formazione clinica generale.

4.3.Una parte sostanziale di questo periodo facoltativo (fino ad un anno) dovrebbeessere dedicato ad una sub-specializzazione in una specifica area o esclusivamentealla ricerca preferibilmente in un altro Istituto e/o in un paese estero.

4.4.L'autorità sanitaria nazionale insieme al Consiglio Nazionale dovrebbeaiutare gli specializzandi ad effettuare questo periodo in strutture diformazione riconosciute sia negli stati membri della EU/EFFA che in quellial di fuori della EU/EFTA (per esempio tramite convenzioni, facilitandol'as­senza dal lavoro durante questo periodo, richiedendo fondi europei).

4.5.La EBN sta istituendo un gruppo di lavoro finalizzato a facilitare l'interscambiodegli specializzandi fra i paesi membri dell'UEMS.

4.6.Il periodo di formazione terminerà o con un esame finale a caratterenazionale o semplicemente con la fine dei tempo programmato.

Unamodalità trasparente di valutazione potrebbe essere basata su unaosservazione e valutazione continua durante il periodo di formazione inmodo equo fra gli specializzandi (indipendentemente da una Commissionescelta dagli Istituti di formazione).

5.L'autorità di monitoraggio professionale nazionale in­siemeai docenti e agli Istituti di formazione dovrebbe assicurare la qualitàdella formazione, seguendo le direttive dell'EBN. Questo include visitealle strutture di formazione e valutazioni durante la formazione.

6.Ogni paese dovrebbe preparare abbastanza neurologi che rispondono a questirequisiti.

 

ARTICOLO 3 - REQUISITI PER GLI ISTITUTI DI FORMAZIONE

1.Gli Istituti di formazione devono essere riconosciuti dalla propria autoritànazionale di monitoraggio, seguendo le direttive dell'EBN.

2.Il training deve effettuarsi in un istituto o in un gruppo di istitutiche insieme offrono la pratica in tutti i campi della specialità.I consulti dovrebbero essere vari e quantitativamente sufficienti ed includerepazienti interni, in DR e ambulatoriali. Le specialità affini devonoes­sere presentate in modo adeguato per fornire agli specializzandil'opportunità di sviluppare le proprie abilità in un approccioal paziente basato su un team. Istituti super-specializzati dovrebberoessere riconosciuti dall'Autorità nazionale di monitoraggio perperiodi di formazione limitati.

3.Gli Istituti di formazione istituiranno programmi finalizzati ad assicurarela qualità della formazione.

4.Nella struttura di formazione lo specializzando dovrebbe avere spazio edopportunità per lo studio pratico e teorico.

Dovrebbeessere data la possibilità di accesso ad una adeguata letteraturaspecifica nazionale ed internazionale e dovrebbero essere forniti gli spazie gli strumenti per la pratica di tecniche in un setting di laboratono.

 

ARTICOLO 4 - REQUISITI DEL DIRETTORE DELLA FORMAZIONE

1.Il Direttore della formazione dovrebbe aver praticato la Neurologia peralmeno 5 anni dopo l'accreditamento della specializzazione e deve esserstato riconosciuto dall'Autorità nazionale di monitoraggio. Lo staffassociato dovrebbe attivamente praticare la Neurologia.

2.Il programma di formazione dovrebbe essere strutturato in accordo con leregole nazionali e le raccomandazioni dell'UEMS/EBN.

3.Il rapporto fra il numero di specialisti nel personale docente ed il numerodi specializzandi in un dato momento dovrebbe essere adeguato cosìda fornire un monito raggio personale e stretto e la possibilitàdi eseguire attività pratica.

 

ARTICOLO 5 - REQUISITI PER GLI SPECIALIZZANDI

1.Al fine di accrescere la propria esperienza, gli specializzandi dovrebberoessere coinvolti nella gestione di un numero sufficiente di pazienti interni,in DH ed ambulatoriali. Devono inoltre eseguire un certo numero di esamidiagnostici strumentali.

2.Devonoavere sufficienti abilità linguistiche per comunicare con i pazienti,per consultare la letteratura internazionale e per comunicare con colleghistranieri.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 550