La rivista medica incontra Internet

Share this
4 novembre, 2012 - 21:54

 

La pubblicazione delle riviste mediche in Internet offre piu' tempo, maggiori risparmi e conserva le risorse. I risparmi di tempo consentono una incorporazione piu' rapida dei maggiori progressi nella pratica della medicina. Internet permette ulteriori miglioramenti degli articoli delle riviste mediche, che non possono essere effettuati nei tradizionali media stampati. La pubblicazione elettronica permette anche di divulgare studi negativi che renderanno possibili valutazioni piu' accurate delle nuove sostanze e delle nuove tecniche.

INTRODUZIONE

Internet e' in grado di abbreviare in modo consistente tutti gli stadi tra la creazione di un manoscritto medico e la sua pubblicazione successiva (Smith, 2001). Questo saggio valuta in modo critico ciascun componente della pubblicazione di una rivista medica, che e' stata o potrebbe essere modificata da Internet. L'utilizzo di Internet rende possibile ridurre in modo massiccio la durata del tempo tra la prima presentazione di un resoconto di uno studio clinico e la sua eventuale pubblicazione, e riduce sensibilmente i costi di pubblicazione. Altrettanto importante e' il fatto che Internet puo' condurre le svolte significative nei progressi medici all'attenzione dei medici piu' velocemente. Come mostrato sotto, la pubblicazione elettronica puo' anche arricchire la profondita' dell'informazione che accompagna i resoconti, rendendo possibili miglioramenti che non possono essere forniti utilizzando i mezzi di comunicazione tradizionali.

 

SVILUPPO DELLE RIVISTE MEDICHE ELETTRONICHE

Le prime riviste elettroniche sono apparse alla fine degli anni '80 e da allora hanno preceduto sia l'utilizzo diffuso dei formati ipertestuali, sia lo sviluppo del World Wide Web, utilizzando formati di solo testo. Il primo giornale elettronico recensito tra pari e' stato l'Online Journal of Current Clinical Trias, lanciato nel 1992 (James, 1992). Questo venne seguito dalla rapida introduzione di numerose ulteriori riviste mediche elettroniche in varie specialita' e sub-specialita'. Il loro numero si e' visto aumentare rapidamente. Nuove pubblicazioni appaiono costantemente in molte lingue. Esempi di alcuni titoli sono mostrati nella Tabella 1 sottostante.

Tabella 1: Esempi di Riviste Mediche Elettroniche

Nome della Rivista

Url

Electronic Journal of Hand Surgery

http://www.leeds.ac.uk/handsurgery/ejhome.htm

Electronic Journal of Oncology

http://www.elecjoncol.org

Electronic Journal of Pathology and Histology

http://ampat.edu.pl/czasopis/ejpathol.htm

Hypertension Dialysis & Clinical Nephrology

http:// www.hdcn.com

International Electronic Journal of Health Education

http://www.iejhe.org

International Journal of Surgery & Specialistic Medicine

http://www.galactica.it/ejs

 

La Tabella 2 fornisce esempi di riviste che sono attualmente disponibili sia in formato elettronico, sia stampato su carta.

 

Tabella 2: Esempi di Riviste Mediche Disponibili sia in Formato Elettronico, sia su Carta Stampata.

Nome della Rivista

Url

British Medical Journal

http://bmj.com

Journal of Clinical Investigation

http://www.jci.org/

Emerging Infectious Diseases

http://www.cdc.gov/ncidod/eid/

Journal of Clinical Microbiology

http://jcm.asm.org/

 

INTERNET FORISCE VANTAGGI SIGNIFICATIVI

I primi passi nel processo attuale della revisione tra pari da parte della maggior parte delle riviste mediche stampate su carta consistono in una revisione iniziale da parte dell'editore, nella presentazione dei manoscritti ai recensori alla pari, nella ricezione dei commenti dei recensori, nella restituzione del manoscritto agli autori per la sua revisione e nella ricezione dei manoscritti rivisitati (Roberts, 2001). I recensori alla pari, solitamente, sono professionisti della salute non pagati. Essi dedicano volontariamente il loro tempo per assistere gli editori delle riviste mediche, leggendo attentamente e criticando i manoscritti medici presentati e consigliando gli editori se pubblicare il manoscritto o meno. La tipica recensione tra pari viene condotta in modo anonimo.

Nella prevalenza delle riviste mediche elettroniche generali e di specialita', la maggior parte dei manoscritti viene respinta dalla pubblicazione, per lo piu' come risultato di elevati standards editoriali. Quelli che vengono accettati, ottengono il benestare quasi sempre in modo condizionale all'esecuzione delle revisioni raccomandate dall'editore. La revisione delle bozze relative alla pubblicazione o meno dell'articolo spiega un ulteriore tira e molla tra l'editore e l'autore. Durante il processo della revisione del manoscritto, tranne per i medici che hanno eseguito lo studio clinico e per lo staff coinvolto nella recensione tra pari del manoscritto, i risultati dello studio sono sconosciuti alla comunita' medica in generale. I componenti principali della revisione del manoscritto sono illustrati nella Figura 1 sottostante.

 

 

 

 
 

Manoscritto dell'Autore

 

 

 

                                                         

 
 

Editore e staff editoriale

 

 

 

       
 
   
 
   
 
   
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Gallery Proofs (ritorna all'autore per la revisione)

     = Fasi che utilizzano tipicamente la posta

        tradizionale

       
   
 
 
 
 

L'articolo viene pubblicato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Figura 1: Revisione e Pubblicazione di Nuovi Articoli su Riviste Mediche

 

La recensione tra pari appare ingombrante, ma e' testata nel tempo, un processo ampiamente considerato per l'esame da vicino di nuova informazione medica, al fine di assicurare la classe medica che sono state prese delle precauzioni per incrementare la possibilita' che nuove informazioni mediche sono valide, di elevata qualita' e rilevanti a livello medico. E' stata utilizzata in una forma o in un'altra dalle societa' mediche erudite per oltre 300 anni (Lock, 1986). La revisione tra pari rappresenta il criterio piu' elevato utilizzato nel giudicare se una rivista medica pubblica informazione credibile e utile. Il medico impegnato, in genere, dispone di poco tempo per le riviste non recensite tra pari, comunemente chiamate Äúriviste usa e gettaÄù.

Ogni volta che la posta tradizionale viene utilizzata in ciascuna fase del processo di recensione tra pari, lo scorrere del tempo puo' rappresentare il fattore principale che contribuisce al ritardo. In modo particolare, se la rivista viene pubblicata ad intervalli inferiori al mese, l'intervallo di tempo tra la presentazione di un manoscritto e la pubblicazione seguente puo' essere anche di un anno (Dimsdale, 2001). La pubblicazione elettronica riduce il tempo per la pubblicazione, essenzialmente, eliminando lo scorrere del tempo durante la valutazione e la revisione dei manoscritti presentati (Fletcher e Fletcher, 1998). In aggiunta, i costi di produzione e di distribuzione si riducono sensibilmente (Anonymous, 2001).

Sia gli accademici, sia le comunita' per la cura della salute sono state severamente forzati a mantenere l'accesso alla nuova informazione pubblicata. Continuamente compaiono nuovi titoli di riviste, mentre i costi delle sottoscrizioni aumentano. Come esempio, uno dei titoli della sotto-specialita' del Journal of Comparative Physiology consta di una quota di abbonamento annuale attuale di 3.881 dollari americani, e le riviste con sottoscrizioni annuali oltre i 1.000 dollari americani stanno diventando meno comuni. Numerose biblioteche mediche, specialmente quelle sostenute dallo stato, devono affrontare la minaccia della riduzione dei finanziamenti; la cancellazione selettiva degli abbonamenti alle riviste, specialmente di quelle in lingua straniera, o di quelle di sotto-speclita', e' una risposta comune. Le riviste elettriche offrono l'opportunita' di abbassare sensibilmente i costi di pubblicazione (Donovan, 1998; Odlyzko, 1997), mentre, allo stesso tempo, riducono l'immagazzinamento dei volumi nelle biblioteche e accrescono l'ampiezza di accesso a nuove informazioni.

Il mezzo di comunicazione elettronico offre vantaggi aggiuntivi. Un primo resoconto sottolineava caratteristiche come: l'abilita' di pubblicare in modo elettronico articoli dopo l'accettazione, mettendo il lettore in grado di cercare ciascun articolo in base e parole selezionate o stringhe di parole, alterare la dimensione del testo per la facilita' o la convenienza nella lettura, navigare velocemente tra le tabelle e le figure e saltare rapidamente da qualsiasi numero di riferimento nel testo alla rispettiva citazione (James, 1992). Ulteriori vantaggi includono l'abilita' di incorporare ritagli audio e video e databases nella pubblicazione di riviste elettroniche, cosi' come di aggiungere i dati originali su cui il saggio si basa (come le forme di resoconto del caso, le lastre al petto, le esplorazioni diagnostiche cerebrali, i suoni registrati del cuore e i dati clinici dettagliati di laboratorio) e di fornire links ipertestuali (Markovitz, 1998; Smith, 2001). Completamente in opposizione ai mezzi di comunicazione stampati, essenzialmente, non esiste limite alla lunghezza degli articoli delle riviste elettroniche (Fletcher, 1998). I ridotti costi di accesso alle riviste elettroniche consente ai medici nei paesi sviluppati di accedere agli articoli che, precedentemente, non erano disponibili (Jacobson, 1998).

In aggiunta ai vantaggi ereditati nella produzione di articoli, le riviste elettroniche offrono l'accesso conveniente e rapido e lo scaricamento di articoli di interesse. Se la popolarita' delle riviste elettroniche continuera', la necessita' di fotocopiare articoli potrebbe essere ampiamente ridotta.

 

SVANTAGGI DELLE RIVISTE MEDICHE IN INTERNET

Contrariamente alle riviste stampate, l'utilizzo delle riviste elettroniche e' dipendente dalla contemporanea disponibilita' della elettricita' sicura, dal sistema telefonico, dal computer, dalla rete locale, dal software appropriato e dall'accesso ad Internet (Morris, 2001). Sebbene questi componenti siano assicurati nei paesi del primo mondo, l'accesso a uno o piu' di essi e' un grande problema in ampie aree di molti paesi del terzo mondo.

Alcuni possono sostenere che i fruitori di riviste Internet Äúfanno scorre le pagineÄù con minore probabilita', cioe' si espongono per coincidenza a conoscenza correlata o non correlata, che si aggiunge alla riserva della conoscenza personale del medico e, pertanto, all'ampiezza della conoscenza del medico. Anche nella stampa, e' evidente per il lettore che, ogni volta, un articolo diventa parte di una serie correlata di articoli, ma questo potrebbe non essere cosi' chiaro nel mezzo di comunicazione elettronico.

Infine, lo sforzo degli occhi nella lettura di articoli sui terminali dei computer e' ancora maggiore rispetto a quella per la lettura delle riviste cartacee, sebbene questo possa essere superato stampando ciascun articolo delle riviste elettroniche che necessiti di una attenta recensione o aumentando la dimensione.

 

SFIDE DA AFFRONTARE NELLA CONVERSIONE VERSO UNA PUBBLICAZIONE SU INTERNET

Le questioni che gli editori dei mezzi di comunicazione stampati devono affrontare quando utilizzano Internet per integrare o sostituire le riviste cartacee includono: il prezzo, la sicurezza, l'adattamento dell'impaginazione al formato elettronico, le questioni di copyright, il grado di disponibilita' dei numeri precedenti e i problemi di accessibilita' dovuti ai picchi nel traffico di Internet, i links interrotti o i servers fuori uso (Smith, 2001; Machovec, 1997). La stabilita' di archiviazione di questo formato nel tempo non e' stata ancora testata (Dimsdale, 2001).

 

IL PROBLEMA DEI RISULTATI NEGATIVI DEGLI STUDI

Nei mezzi di comunicazione cartacei tradizionali, esiste un considerevole pregiudizio contro la pubblicazione di studi clinici nei quali i risultati sono negativi (che indicano che la sostanza o il trattamento studiati non hanno effetto) o che non sono stati in grado di ottenere la significativita' statistica al confronto con altre sostanze o trattamenti (in studi clinici, Äúnon statisticamente significativoÄù significa un fallimento nel dimostrare statisticamente che c'era meno di una su 20 probabilita' che i risultati erano dovuti proprio al cambiamento). Questo pregiudizio, noto come pregiudizio di pubblicazione, e' diffuso e persistente (Song et al., 2000). Sebbene a prima vista sembrerebbe ragionevole non pubblicare studi con risultati scoraggianti, ci sono due ragioni importanti, descritte sotto, per pubblicare tali studi.

Una tecnica relativamente recente per valutare i risultati tra gli studi medici e' stata la meta-analisi. Utilizzando sofisticate tecniche statistiche, vengono combinati i risultati di studi confrontabili. Questo e' uno strumento potente per valutare il valore reale di una sostanza particolare o di una nuova tecnica diagnostica o terapeutica. L'utilita' della meta-analisi viene ridotta ogni volta che gli studi che hanno avuto risultati negativi o che sono statisticamente non significativi non sono disponibili da aggiungere alla analisi. La pubblicazione in Internet di questi studi negativi o statisticamente non significativi permettera' la loro aggiunta nelle meta-analisi. Forse, la pubblicazione di questi studi e' proprio importante per mettere in allerta direttamente i clinici nei confronti di misure che non sono clinicamente utili, e per poter evitare duplicazioni non necessarie di studi clinici che si sono dimostrati inefficaci. Il pregiudizio di pubblicazione esiste ampiamente a causa degli interessi relativi ai costi di pubblicazione di questi studi, che in Internet sarebbero notevolmente ridotti (Song et al., 1999).

 

INTERNET POTREBBE CAMBIARE IL PROCESSO DI REVISIONE TRA PARI

Sebbene nella prima previsione che venne fatta la crescita delle riviste elettroniche sarebbe stata accompagnata dalla fine del processo di revisione tra pari (Judson, 1994), successivi autori hanno suggerito che il processo di revisione tra pari sarebbe stato sostituito da un processo piu' aperto e democratico (LaPorte et al., 1995). Tuttavia, una sostituzione proposta, quella delle valutazioni da parte dei lettori o dei conteggi del numero di volte in cui si accede ad una relazione, priva i manoscritti di miglioramenti potenziali, per mezzo del rigore  del processo della revisione tra pari (Pitkin, 1995).

In uno studio per determinare l'utilita' potenziale di una revisione tra pari aperta (non anonima) in Internet, sono stati inviati in Internet 56 manoscritti e i commenti dei recensori. I lettori sono stati invitati a spedire via e-mail i loro commenti; sette articoli (12.5%) sono stati cambiati dagli autori in risposta ai commenti esterni (Bingham et al., 1998). Tuttavia, un difetto della rivista elettronica democratica recensita tra pari consiste nella mancanza della conservazione sistematica del livello di conoscenza e di abilita' per mantenere un processo di revisione di qualita' elevata (Gellert, 1995). La revisione tra pari delle riviste elettroniche potrebbe sovvertire la qualita' di pubblicazione di fronte all'appello popolare (Gellert, 1995).

Harnad (2001a) ha sostenuto un processo elettronico di revisione tra pari che rispecchi quello delle riviste stampate e Pertes (2000) ha offerto suggerimenti per assicurare che le riviste elettroniche mantengano un processo di revisione tra pari efficace, pagando la revisione tra pari e pubblicando per sottoscrizione, dei costi pay-per-view o delle licenze per il sito. Harnad (2001b) ha suggerito il finanziamento della revisione tra pari con addebiti all'autore e/o all'istituzione dell'autore. L'ultima procedura consiste in una pratica ampiamente accettata nelle riviste di scienza sperimentale. Eliminare la revisione tra pari aumenterebbe il rischio di una distribuzione precoce di relazioni contenenti informazione ingannevole e non valutata adeguatamente (Relman, 1999). Questo, a sua volta, potrebbe compromettere la pratica medica, la sicurezza del paziente e la politica pubblica; tuttavia, i medici, generalmente, sono sospettosi nei confronti delle relazioni mediche che mancano della protezione della revisione tra pari.

Sembra che tutti gli elementi della revisione tra pari, come praticata correntemente, possano essere gestiti in Internet. Il 13 Aprile 2002 il British Medical Journal, una prestigiosa pubblicazione disponibile sia online, sia nel tradizionale formato cartaceo, divenne una sperimentazione pilota per la revisione di manoscritti di importanza cruciale. Questa pubblicazione di articoli, riguardanti gli eventi clinici maggiori, Äúsulla buona strada per ottenere la promozioneÄù, permette a un autore di presentare un manoscritto elettronicamente, di seguire il progresso dell'articolo durante la sua revisione tra pari, ai revisori di inviare le loro recensioni elettronicamente e di essere in grado di determinare elettronicamente quali decisioni editoriali finali sono state compiute sui saggi da loro recensiti (Anonymous, 2002). Se avra' successo, questa rivista sta progettando di rendere questa procedura uno standard per la sottomissione e la recensione di tutti i manoscritti.

 

DISCUSSIONE

La pubblicazione medica in Internet riduce sia il tempo tra la scoperta medica, sia l'applicazione clinica di questi progressi e lo sviluppo di ricerche basate sui nuovi ritrovamenti. Questo mezzo di comunicazione risparmia anche l'utilizzo della carta e riduce drasticamente lo spazio di immagazzinamento dell'informazione medica e rende disponibili strumenti efficienti di ricerca per reperire informazione su argomenti selezionati. I professionisti della salute, che vivono in aree isolate o che mancano delle risorse economiche sufficienti per mantenersi informati sui nuovi ritrovati medici e le nuove importanti scoperte, dispongono di un accesso migliore all'informazione medica di quello che difficilmente potrebbero ottenere.

Le riviste mediche elettroniche e le newsletter mediche facilitano l'accesso all'informazione anche ai consumatori. Questo e' sempre piu' importante dal momento che i consumatori iniziano ad educarsi circa le loro condizioni di salute e le scelte disponibili di trattamenti medici.

Nonostante questi ovvi vantaggi, l'adozione di riviste elettroniche e' stata piu' lenta di quanto ci si potrebbe aspettare. Questo sembra essere dovuto a due fattori. Primo, dal momento che la maggior parte delle societa' mediche che pubblica riviste utilizza editori commerciali, devono essere sviluppati adeguati mezzi di pagamento per i costi delle pubblicazioni elettroniche, sebbene, come indicato in precedenza, numerosi mezzi siano stati suggeriti. Secondo, esiste un numero di medici che non e' diventato esperto o non ha familiarizzato con l'utilizzo di Internet per ottenere informazioni mediche. Probabilmente, questo cambiera' nel tempo, nel momento in cui un numero sempre maggiore di medici cedera' alla pressione dei pari dei loro ordini medici che stanno ottenendo informazioni rapide e utili da Internet.

 

CONCLUSIONI

La pubblicazione dei risultati di studi medici in Internet offre piu' tempo e maggiori risparmi sull'intero processo di sottomissione, revisione e pubblicazione del manoscritto, conserva le risorse e permette l'aggiunta di informazione piu' ricca nelle pubblicazioni (aggiungendo dati grezzi utili, come immagini ai raggi X ed esplorazioni diagnostiche), che migliorano il loro valore clinico. Le riduzioni nel tempo trascorso tra la sottomissione e la pubblicazione di un articolo consente a maggiori avanzamenti medici di essere riconosciuti e utilizzati nella pratica medica piu' rapidamente. La pubblicazione elettronica rende fattibile anche la pubblicazione di studi negativi che renderanno possibili revisioni critiche di nuove sostanze e di nuove tecniche, affinche' diventino piu' accurate.

*Su gentile concessione dell'Autore, Charles Curran, direttore degli affari professionali della Forest Pharmaceuticals e di Edward Valauskas, Editore di First Monday, su cui e' stato pubblicato l'articolo per la prima volta (http://firstmonday.org/issues/issue7_6/curran/), Volume 7, Numero 6, Giugno 2002.
Traduzione a cura di Anna Fata.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 287