Editoriale
il punto di vista di Psychiatry on line Italia
di Francesco Bollorino

LETTERA APERTA AI LETTORI DI PSYCHIATRY ON LINE ITALIA

Share this
15 marzo, 2017 - 11:15
di Francesco Bollorino

Cara/o Amica/o,
ti scrivo nella tua veste di lettore di Psychiatry on line Italia.
 
La ragione è rinnovare l’appello per una donazione libera a favore della Rivista.
 
Se hai già fatto la donazione ti ringrazio permettendomi di invitarti a diffondere il mio appello presso amici e colleghi evidentemente meno attenti di te alle sorti di Psychiatry on line Italia.
 
Se non hai fatto una donazione questo messaggio è per te.


 
A oggi in 180 hanno risposto al mio appello per dare una mano finanziariamente a Psychiatry on line Italia considerando che sono oltre 3000 gli utenti registrati sul sito e oltre 60000 gli utenti unici che ogni mese leggono la rivista o oltre 40000 gli utenti unici che vedono i video sul canale tematico YouTube di POL.it il risultato, non lo si può nascondere è un po’ sconfortante.
 
Mi domando come mai.
 
Forse che DAVVERO chi legge POL.it o guarda i suoi video pensa che fare e mantenere in piedi una baracca di tal fatta non costi nulla?

Forse il messaggio si è perso nei mille stimoli che la rete ci invia?

Forse non sono stato abbastanza chiaro nel proporre il problema?

 Senza fare voli pindarici basterebbe considerare che ci sono costi di hosting, manutenzione, tasse e logistica per capire che DIETRO AD UNA RISORSA GRATUITA VI E’ DEL LAVORO VERO (che viene dato gratis) E DEI COSTI ALTRETTANTO VERI che andrebbero valutati nel momento in cui si fruiscono i contenuti proposti e molto apprezzati visti i numeri. Questo mito del NON COSTO andrebbe finalmente abbattutto in nome del buon senso.
 
DA SEMPRE Psychiatry on line Italia poggia sulle mie spalle di editor sia dal punto di vista organizzativo che dal punto di vista finanziario e dopo tanti anni in cui sono andato avanti mettendoci tempo, lavoro e denaro è giunto il momento di dire con chiarezza e onestà intellettuale che non ce la faccio più con le mie sole forze e ho necessità di un aiuto diffuso e consapevole da parte di chi sappia riconoscere ciò che è stato fatto, ciò che si fa e ciò che si farà in futuro.
 
Siamo ad un bivio: la rivista oltre che avere spese di base fisse ha bisogno di aggiornamenti di software e di hardware che con le mie sole forze non sono in grado più di supportare, al tempo stesso Psychiatry on line Italia è e sarà SEMPRE una risorsa gratuita di libera fruizione ma come ho più volte sottolineato non confondiamo la gratuità con il non costo: dietro alla risorsa vi è LAVORO e vi sono COSTI VERI E NON VIRTUALI DA SOPPORTARE.
Delle due l’una: volete che POL.it piano piano si spenga schiacciata da obiettive difficoltà? O volete che continui il suo cammino cercando sempre di migliorare la sua offerta culturale?

Contribuire ai beni che si usano non è un'obbligo è un'oppotunità e un segno per me di civiltà.
 
Se la vostra risposta è la seconda e non avete ancora fatto una donazione è il momento di valutare di dare davvero una mano a Psychiatry on line Italia.
 
Vi è un solo modo per farlo:
 
FARE UNA LIBERA DONAZIONE ALLA RIVISTA e lo potete fare tramite BONIFICO all’IBAN IT23A0335901600100000121875 Intestato, presso BANCA PROSSIMA, a ASSOCIAZIONE PSYCHIATRY ON LINE ITALIA - Via Provana di Leynì 13 Genova, oppure potete usare il nostro account PayPal connesso all’email boll001@pol-it.org
 
Grazie per ciò che farete, grazie dell’attenzione.
 

Vedi il video
> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 14