I MEDICI-GAY ed i pazienti LGBT di ogni medico!
Raccolta e analisi di casi personali, clinici, tra colleghi e di fantasie sull'omosessualità di medici e pazienti.
di Manlio Converti

Corso ISS sulle persone Intersex e loro Genitori

Share this
12 marzo, 2023 - 16:33
di Manlio Converti

Anche se gli psicanalisti stentano a capirlo, gli studi scientifici esistono e l'Istituto Superiore di Sanità ne prende atto ad esempio con questo corso ECM sulle Persone Intersex e i loro Genitori.

https://www.eduiss.it/login/index.php

Le persone alla nascita hanno, a causa di una complessa cascata epigenetica accaduta nel primo trimestre di gravidanza, dei genitali Maschili, Femminili o alcune forme intermedie dette Intersessuali.

Le persone Intersex sono circa l'un per cento dei Neonati ma la legge oggi impone che siano riconosciuti come M o F nonostante la realtà sia oggettivamente terza. Questo produce anche l'effetto di indurre medici, chirurghi e genitori a modificare i genitali di questi neonati per renderli più simili ad un ideale M o F. Queste si chiamano Mutilazioni Genitali ai Neonati Intersex e andrebbero vietate perché violano tutte le norme sul diritto alla integrità corporea e sul diritto di scelta del paziente, ancorché minore.

Bisogna chiarire che esistono alcune forme di genitali effettivamente malformati che devono essere subito operati per garantire la vita del neonato.

Tutte le altre operazioni precoci sono però di tipo esclusivamente estetico e causano effetti collaterali gravi sulla persona intersex per:

1) eliminazione della già rara capacità di procreazione
2) sofferenza rispetto ad un corpo mutilato
3) errore di identificazione del genere (che può interessare il 30% dei casi 46XY)

Troverete in letteratura scientifica anche la parola DSD per indicare le modifiche possibili dei genitali intersex, ma tranne alcune condizioni esiziali non è corretto considerare malata una persona intersex per la forma dei propri genitali.

Agli psicologi, psicoterapeuti e volendo anche psicanalisti, quando usciranno dal medioevo della propria ideologia transfobica, va richiesto il supporto dei Genitori e talvolta del Minore Intersex.

Oggettivamente è già nei corsi PRE-PARTO che si dovrebbe spiegare a tutti i genitori che si può nascere con un corpo maschile, femminile o Intersessuale. Questo ridurrebbe l'ansia, il Trauma e la depressione dei genitori di minori Intersex ed aumenterebbe anche la solidarietà degli altri genitori.

D'altra parte non è la forma dei genitali a determinare l'orientamento sessuale o l'identità di genere ma lo è esclusivamente una diversa e complessa cascata epigenetica che accade stavolta nel terzo trimestre di gravidanza e che coinvolge lo sviluppo del cervello.

Una persona Intersex può essere quindi di genere Femminile Maschile e talvolta Non Binario, mentre sicuramente può avere qualsiasi orientamento sessuale, che sono ignoti alla nascita e che il minore solo dopo il terzo anno è in grado di esprimere.

A differenza di quanto scritto dalle fantasie magiche di Sarantis Thanopulos, noi sappiamo benissimo che l'adolescenza non modifica l'identità di genere o l'orientamento sessuale di nessuno, ma serve ai minori per esplorare sé stessi e capire appunto la differenza, nel caso nell'infanzia prepubere non lo avessero già capito meglio dei genitori e degli psicanalisti.

Vi lascio pertanto al corso ufficiale ISS che sicuramente vi insegnerà molto di più e vi chiarirà anche molte verità scientifiche, opposte a quelle transfobiche di Sarantis Thanopulos e dei suoi accoliti psicanalisti.

SIAMO LIETI COME AMIGAY aps di promuovere questo corso di ISS sulla Salute delle persone INTERSEX
https://www.eduiss.it/login/index.php
"Le persone intersex: tra salute e diritto" è online su EDUISS, la piattaforma dedicata alla Formazione a Distanza in salute pubblica dell'Istituto Superiore di Sanità.
https://www.eduiss.it/login/index.php
Il corso, che si colloca nell’ambito di una progettualità condivisa tra il Centro di Riferimento per la Medicina di Genere dell’Istituto Superiore di Sanità e l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali - Presidenza del Consiglio dei Ministri, si pone l’obiettivo di fornire a medici e psicologi, attraverso un approccio multidisciplinare, un inquadramento delle variazioni delle caratteristiche del sesso (VCS), anche conosciute come disordini/differenze dello sviluppo sessuale (DSD), tematica complessa e finora non affrontata da corsi di formazione istituzionale.
Il corso è articolato in cinque obiettivi che consentono ai professionisti sanitari di avere una visione d’insieme sull’argomento che include cenni sull’identità sessuale e le sue basi biologiche per poi affrontare ruoli e funzioni nella relazione tra professionista sanitario e utenza, gli aspetti psicologici e gli eventuali aspetti medici nella presa in carico di persone intersex. I profili giuridici relativi alle VCS e le principali questioni bioetiche sono inoltre trattati. L’iscrizione al corso sarà possibile fino al 23 giugno 2023 (salvo il raggiungimento del tetto di 10.000 iscritti) al link sottostante ed il suo completamento consentirà il
conseguimento di 16 crediti ECM.
https://www.eduiss.it/login/index.php

> Lascia un commento



Totale visualizzazioni: 775