Prevenzione del suicidio nei Centri di Salute Mentale, Pronto Soccorso ed SPDC.

Share this
3 febbraio, 2014 - 00:35

Il Presidente della SIP e il Comitato Direttivo hanno affidato ad un gruppo di lavoro ristretto il compito di elaborare un protocollo minimo di riferimento sulle strategie di prevenzione del suicidio.
Il gruppo di lavoro ha tenuto presente nella stesura del protocollo della specifica Raccomandazione Ministeriale (Raccomandazione Ministeriale n.4/2008 "Prevenzione del suicidio di pazienti in ospedale") che si proponeva di aumentare negli operatori nei servizi di Salute Mentale le competenze per affrontare un evento di particolare rilevanza e frequenza quale il suicidio e il tentato suicidio. In tale campo, così delicato e ricco di responsabilità medico-legali, il gruppo ritiene che la formazione del personale rivesta un ruolo fondamentale per la prevenzione del suicidio e debba prefiggersi due principali obiettivi: rendere tutto il personale in grado di individuare precocemente i pazienti con fattori di rischio di suicidio e di adottare i comportamenti adeguati per quei pazienti in cui il rischio di suicidio è stato evidenziato.
Il presente protocollo minimo non vuole sostituirsi alla gestione clinica dei singoli casi e non ha la pretesa di essere esaustivo. Fornisce tuttavia indicazioni che potrebbero essere utili a Medici Psichiatri strutturati e non, ivi compresi medici in formazione psichiatrica, Infermieri, Ausiliari, operatori che possono svolgere la loro professione presso i Centri di Salute Mentale, presso i Pronto Soccorso e presso i Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura..

Gruppo di lavoro coordinato da Massimo Casacchia, con Massimo Di Giannantonio, Francesco Scapati, Salvatore Varia e Matteo Balestrieri. Con la collaborazione di Maurizio Malavolta e Ida De Laurentis.
 

Continua scaricando il PDF

AnteprimaAllegatoDimensione
Protocollo Suicidio 17 ottobre 2013 _2_.pdf637.04 KB
> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 1182