Intervista a Emilio Robotti

Share this
28 novembre, 2012 - 16:46

D: Parliamo della FenascopΣ
R: Fenascop rappresenta attualmente una settantina di enti presenti in tutta Italia tra privato e privato sociale, con una particolare concentrazione in alcune regioni. Dopo la chiusura degli Ospedali Psichiatrici, con la nascita delle strutture extra ospedaliere, Fenascop si e' caratterizzata per due obiettivi principali: quello scientifico e culturale, finalizzato alla promozione di una certo modo di cura della malattia mentale, l' altro un lavoro di tipo politico e sindacale per la gestione delle problematiche degli operatori di questo settore. Da neppure una decina di comunità si è così arrivati alla situazione attuale, in cui ci sono circa 70 enti che rappresentano 150 unita' operative tra Comunita' Terapeutiche e centri diurni, di medie o piccole dimensioni. Ai dipendenti, migliaia di operatori di queste strutture, si applica un contratto collettivo di lavoro che e' stato rinnovato, tra l' altro recentemente, il 12 di aprile; ci sono poi anche dei comitati regionali che gestiscono la contrattazione con la ASL e con la regione sia quella economica che quella scientifica tecnica per regolamentare gli aspetti sanitari a livello regionale.
D: Dove e' piu' forte Fenascop? R: E' meno forte dove ci sono meno strutture, ma comunque e' presente su tutto il territorio nazionale; la Liguria e' uno dei nuclei dove e' nata, con l' avanguardia del gruppo Redancia, qui c' e' una rappresentatività totale di tutte le strutture; anche in Piemonte c'è un' alta concentrazione di strutture e cosi' in Lombardia dove c' e' anche un' alta specializzazione; nel Nord Est invece, in Veneto per esempio, sono pochissime le strutture, infatti il processo di demanicomializzazione qui e' stato portato avanti dalla strutture pubbliche, dai dipartimenti di salute mentale; in Lazio e in Sicilia la presenza di Fenascop e' ancora molto forte, sia nella Sicilia occidentale che in quella orientale, siamo poi presenti anche in Puglia Calabria ed Abruzzo.

> Lascia un commento


Totale visualizzazioni: 1462